LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Tunnel Tav, il tavolo delle scelte
Cla.B.
Corriere fiorentino 20/7/2016

Chi va al vertice di Roma, in cui Ferrovie svelerà le alternative al sottoattraversamento

Progetti alternativi per potenziare la Tav senza il discusso tunnel sotto Firenze e aumentare la frequenza dei treni locali in Toscana, la cui rete si conferma assai deficitaria per la qualità del servizio. Le carte sono chiuse da almeno un mese nel cassetto di Renato Mazzoncini, amministratore delegato di Ferrovie voluto da Renzi, che domattina presenterà i progetti nel corso del vertice fissato a Roma con governo ed istituzioni locali per discutere una svolta per il nodo fiorentino dell’Alta velocità ferroviaria, realizzato solo per il 3o per cento circa (lo scavo della stazione Foster in via Circondaria) dopo ben 21 anni dalla decisione politica. Al tavolo, nella sede di Ferrovie, oltre a Mazzoncini ci saranno il viceministro alle Infrastrutture Riccardo Nencini, il governatore toscano Enrico Rossi, l’assessore regionale ai Trasporti Vincenzo Ceccarelli ed il sindaco di Firenze Dario Nardella, accompagnato da Giacomo Parenti, direttore generale di Palazzo Vecchio e presidente dell’Osservatorio ambientale per la realizzazione della Tav.

Durante il vertice, Ferrovie mostrerà a governo, Regione e Comune i dettagli dei progetti alternativi che consentirebbero di evitare il tunnel di 7,5 km sotto la città, che se da una parte garantirebbe di liberare spazio sui binari di superficie per i treni locali, dall’altra crea fortissime preoccupazioni tra cittadini ed istituzioni. Palazzo Vecchio, già dai tempi di Renzi sindaco, aveva ribadito forte contrarietà al tunnel e alla stazione ai Macelli. E ora che Renzi è diventato premier, dopo aver discusso del possibile stop anche durante il vertice segreto con Nardella a marzo, le possibilità di fermare il maxi tunnel sono cresciute. Anche perché Ferrovie, con i nuovi vertici, ha approvato le linee guida del nuovo piano industriale, che senza sottoattraversamento e stazione agli ex Macelli garantirebbe un risparmio che sfiora il miliardo. «Già, ma a fronte di un risparmio così importante Ferrovie dovrà dirottare quei soldi sul potenziamento della rete e sul miglioramento del servizio», spiegano all’unisono da Regione e Comune. Una partita a scacchi, ma è solo un nuovo inizio. Ventuno anni dopo.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news