LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GENOVA - Beni culturali "dimenticati", il piano di Genova
MASSIMILIANO SALVO
20 LUGLIO 2016 LA REPUBBLICA



IL PROGETTO SARÀ IL COMUNE A COORDINARE L'AZIONE COME SOGGETTO CAPOFILA A LIVELLO EUROPEO



NEI prossimi tre anni Genova diventerà un modello per la gestione dei beni culturali sottoutilizzati. Comincia oggi un nuovo progetto europeo cui il Comune partecipa come ente capofila. Il titolo provocatorio "Forget Heritage" (Dimenticare il patrimonio) si ispira agli studi dell'accademico inglese Rodney Harrison, secondo cui il numero di beni storico- artistici tutelati ha raggiunto un numero così è elevato da renderne impossibile una gestione efficace: per questo bisogna ripensare il modo di amministrarli.

Nove i partner da sei Paesi europei che si incontrano oggi a Palazzo Tursi per avviare i lavori: il Comune di Genova e la Regione Lombardia; Lubiana (Slovenia), Norimberga (Germania), Varsavia e Bydgoszcz (Polonia), Pécs (Ungheria), Rijeka e Usti Nad Labem (Croazia). Selezionato tra oltre 650 progetti nell'ambito del programma comunitario Central Europe, il progetto Forget Heritage terminerà a maggio 2019. «Il nostro lavoro sarà creare un modello innovativo, replicabile e sostenibile di gestione del patrimonio », spiega Fabio Tenore, che come collaboratore della Direzione Cultura del Comune di Genova è tra gli ideatori del progetto. «Il patrimonio è sempre visto in maniera cristallizzata ma è testimonianza della creatività del passato».

Nella prima fase del progetto ciascun partner porterà la sua esperienza, le buone pratiche e i modelli già utilizzati. Alla base del progetto ci saranno il coinvolgimento della cittadinanza e delle imprese creative; un'app aiuterà a coinvolgere i cittadini sulle strade da prendere, il modello elaborato sarà poi sperimentato in tutte le città. A Genova si è scelto una serie di edifici del centro storico poco utilizzati o in cerca di identità: la Loggia di Banchi, palazzo Senarega, i Magazzini dell'abbondanza, Museo Luzzati. «Ogni azione pilota avrà un focus specifico », continua Fabio Tenore. «Tra i partner c'è chi analizzerà nel dettaglio l'impatto sociale o economico di questi progetti. Genova lavorerà sul concetto di "quadrupla elica": la collaborazione tra Pubblica amministrazione, cittadinanza, imprese private e enti formativi».

Dei due milioni e mezzo di euro di budget 400 mila sono finiti a Genova, che come capofila si è presa la fetta più grossa. Salgono così a 1 milione e 700 mila euro i fondi europei che dal 2010 hanno coinvolto la Direzione cultura del Comune sul tema delle industrie culturali e creative. «E' un'opportunità per la città, perché l'Unione considera le imprese creative e la rigenerazione urbana come fattori di sviluppo», gioisce l'assessore alla Cultura, Carla Sibilla. «E la programmazione 2014-2020 sta già dando risultati importanti». Recentemente sono partiti infatti tre nuovi progetti europei che hanno la creatività come tema di fondo: "EMI, European Music Incubator" e "CD-Rom@" riguardano il tema della musica come elemento di dialogo tra i popoli e leva di rilancio economico; "Gen-Y City", affronta le politiche a favore dell'accesso alle professioni creative della Generazione Y, i giovani nati tra il 1984 e il 2004.

Ci sono poi altri progetti di sostegno alla creatività portati avanti dal Comune autonomamente, con l'insediamento di imprese creative per favorire la rigenerazione urbana. Ne sono un esempio "Maddalena Creative District", finanziato dalla Compagnia di San Paolo; "CC-Bur", per la valorizzazione del Centro Civico di via Buranello come polo creativo; il progetto di gestione sperimentale improntata sull'imprenditorialità che partirà nel Museo di Villa Croce in collaborazione con la Fondazione Garrone.




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news