LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Teano, scoperto traffico di reperti archeologici
Giorgio Santamaria
Corriere del Mezzogiorno 22/7/2016

Duecento oggetti antichi recuperati per un valore di circa 500mila euro, quattro provvedimenti cautelari (di cui due arresti domiciliari) e sei indagati complessivi. È il bilancio della terza fase dell’inchiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, guidata da Maria Antonietta Troncone, iniziata a gennaio e sfociata a marzo nelle perquisizioni in casa di un avvocato e di un medico residenti tra Teano e Carinola. Ieri, i nuovi quattro provvedimenti che coinvolgono un noto ricettatore della zona E.A. da tempo sotto osservazione dei carabinieri, ritenuto il promotore di oggetti di interesse storico-archeologico, poi collocati sul mercato illegale attraverso la successiva messa in vendita e grazie alla disponibilità di personaggi con agganci tra collezionisti senza scrupoli. Furti di oggetti d’arte che avvenivano utilizzando attrezzature (motoseghe, decespugliatoi e altri strumenti agricoli) rubate dagli stessi tombaroli che rispondono, dunque, anche di furti consumati in abitazioni private ed esercizi commerciali. Nel corso delle indagini sono stati recuperati e sequestrati oltre 200 oggetti di notevole interesse storico appartenenti a varie epoche che vanno dal I al II secolo d.C. (e quindi a contesti monumentali) che al IX–VIII secolo a. C. (e quindi a necropoli) tutti affidati alla Soprintendenza per i Beni Culturali. Durante le perquisizioni sono stati recuperati elementi architettonici in marmo, coppe, sculture varie, anfore e piatti, statuette votivee altro.

Un’indagine particolarmente complessa — iniziata seguendo le tracce di un furto commesso nel Museo Archeologico di Teano — che presto potrebbe allargarsi a macchia d’olio. Nell’indagine condotta dai militari specializzati del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Napoli con la collaborazione degli uomini dell’Arma di Capua, un avvocato di 50 anni, di Teano, G.M., e un chirurgo originario di Carinola, D.B., 62 anni, con attività a Sessa Aurunca, iscritti nel registro degli indagati a marzo per il reato di ricettazione di materiale archeologico. I due, qualche mese fa, subirono lunghe perquisizioni diventate poi di dominio pubblico in entrambi i loro piccoli centri di residenza. del Casertano. Rinvenuti e sequestrati 33 oggetti (tra le pertinenze abitative dei due indagati) di «verosimile interesse archeologico e culturale, appartenenti all’epoca romana» alcuni dei quali sottoposti ad accertamenti tecnici per la conferma dell’autenticità. Ai domiciliari invece è finito un noto ricettatore della zona di Calvi e Teano che avrebbe venduto i preziosi oggetti a collezionisti. Molti dei pezzi rinvenuti nelle case del medico e dell’avvocato erano addirittura esposti in bella mostra nei loro studi-abitazioni. I due indagati, si apprende, sono conosciute per due persone appassionate dell’arte che avrebbero anche chiarito alcuni aspetti a propria difesa.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news