LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LECCE-“Parere Soprintendenza tardivo”: sì alla copertura ombreggiante del bar sulle mura
www.leccesette.it, 22/07/2016

Il Consiglio di Stato dice sì alla copertura ombreggiante del bar sulle mura del borgo antico di Otranto: respinto l’appello della Soprintendenza, che si è espressa troppo tardi rispetto alla richiesta del Comune.

Sì alla copertura ombreggiante del Lounge bar sulle mura del centro storico di Otranto: a stabilirlo il Consiglio di Stato con propria sentenza. La vicenda aveva avuto inizio nel luglio 2013, quando per una serie di ritardi e disguidi, i titolari del bar avevano montato in tutta fretta, a stagione turistica già inoltrata, le coperture di protezione da sole ed umidità sul suolo pubblico in concessione, senza le previste autorizzazioni edilizie e paesaggistiche.

Il Comune aveva perciò ordinato la rimozione con ripristino dello stato dei luoghi, ma i proprietari avevano presentato istanza di sanatoria chiedendone il mantenimento: la commissione locale per il paesaggio e l’amministrazione avevano espresso parere favorevole, ma la Soprintendenza si era opposta ritenendo che le strutture ombreggianti fossero “non compatibili con i valori paesaggistici del contesto. Il parere negativo era pervenuto all’amministrazione comunale molto oltre il termine di 90 giorni assegnato dal Codice alla Soprintendenza per provvedere.

Nonostante ciò, però, il Comune di Otranto lo aveva ritenuto ugualmente vincolante e, quindi, aveva negato l’autorizzazione paesaggistica ed ordinato la demolizione delle coperture con ripristino dello stato dei luoghi, motivandolo esclusivamente con il parere contrario della Soprintendenza.

La proprietà del bar si era allora rivolta al Tar Lecce, incaricando l’avvocato Mauro Finocchito della propria difesa: i giudici amministrativi avevano dato ragione ai proprietari ed annullato il diniego di autorizzazione paesaggistica. Ma la Soprintendenza si era rivolta al Consiglio di Stato e nel maggio dello scorso anno era stata sospeso l’efficacia della sentenza del Tar sino alla decisione del merito dell’appello.

All’epoca dei fatti, l’orientamento del Consiglio di Stato era nel senso che sulle pratiche di sanatoria non trovasse applicazione la regola, valida per le domande presentate prima di eseguire i lavori, per cui l’omesso parere della Soprintendenza entro il termine stabilito dal Codice per i beni culturali consentisse al Comune di provvedere sulla domanda di autorizzazione prescindendo dal parere. Ora, invece, anche per i giudici di Palazzo Spada il parere della Soprintendenza sull’autorizzazione paesaggistica, seppure in sanatoria, ha natura vincolante per il Comune solo se espresso entro il termine perentorio assegnato dal Codice sui beni architettonici e paesaggistici del 2004.

Proprio in questi giorni è stata pubblicata la sentenza della Sesta sezione, la quale, nel condividere la linea difensiva dell’avvocato Finocchito per i proprietari del bar, ha cristallizzato il cambio di orientamento del Consiglio di Stato. Per i giudici, “il punto di mediazione fra le esigenze di celerità dell’azione amministrativa, tutelate con la perentorietà del termine, e di valutazione degli specifici interessi da parte degli enti o organi specifici è costituito, quindi, dalla permanenza del potere del Soprintendente di fornire il proprio apporto anche oltre il termine perentorio e dal dovere dell’amministrazione di tenerne conto, senza tuttavia esserne vincolata….”.

Il ritardo del parere della Soprintendenza ha comportato che l’amministrazione non potesse negare l’autorizzazione se non motivandola con la condivisione di quel giudizio, nonostante fosse tardivo e quindi senza alcuna valenza obbligatoria e vincolante. Da qui, il rigetto dell’appello della Soprintendenza. I proprietari del lounge-bar sulla mura del centro storico idruntino possono quindi tirare un sospiro di sollievo: la stagione turistica è stata salvata proprio sul filo di lana.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news