LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Alto Garda, sempre più vasti i boschi certificati
Gianluigi Goi
Corriere della Sera - Brescia 23/7/2016

Le foreste gardesane gestite dall’Ersaf , inserite nel Parco Alto Garda di cui costituiscono uno degli elementi essenziali, si estendono per 11.325 ettari e ricadono nei comuni di Toscolano Maderno, Gargnano, Valvestino, Magasa, Tignale e Tremosine. Quello bresciano è il patrimonio boschivo pubblico più esteso della Lombardia, fiore all’occhiello di una selvicoltura d’avanguardia che da un lato persegue ben precise finalità di protezione naturalistica e paesaggistica e dall’altro scopi produttivi improntati all’ecosostenibilità.

Da rimarcare il fatto che i boschi «governati a ceduo» sono interessati da tagli per la conversione ad alto fusto, mentre i boschi di origine più recente (ricolonizzazioni per espansione naturale del bosco, rimboschimenti di conifere del secolo scorso) sono oggetto di tagli a scopo di miglioramento boschivo. Le superfici forestali più evolute sono gestite con indirizzo naturalistico per garantire il mantenimento delle funzionalità ecologiche e paesaggistiche. La nuova stagione poggia su basi ancora più solide rispetto anche al passato in quanto, nel 2015, la superficie di boschi sottoposti ufficialmente a certificazione forestale, e come tali rispondenti a principi e requisiti ecologici, economici e sociali ben precisi e controllati da certificatori terzi internazionalmente riconosciuti (nello specifico l’istituto FSC) è complessivamente aumentata di 268 ettari di cui 224 presenti nel Parco Alto Garda. I restanti 44 hanno implementato il patrimonio della vicina Riserva naturale Valle del Prato della Noce (comune di Vobarno) acquisita nel 2012. Tremosine è di gran lunga, con 120 ettari, il comune che ha registrato il maggiore incremento (acquisizioni 2002 – 2010) seguito da Toscolano Maderno (acquisizioni 2001/2002 e 2010) con 98 ettari; distanziati Magasa e Valvestino (acquisizioni 2004 e 2008) con 4 ettari e Gargnano (2010) con 1 ettaro. La certificazione forestale, attuata su base volontaria, garantisce che la gestione del bosco avviene nel rispetto dei principi e requisiti ecologici, economici e sociali previsti dalla norme attuative. In sostanza viene garantita la sostenibilità ecologica della gestione forestale mentre il conduttore percepisce un prezzo di vendita del legname certificato (sempre più richiesto dal mercato) in media superiore del 10 per cento a quello corrente.

Da segnalare infine che l’Ersaf ha installato sul Monte Prà (comune di Gargnano), a 984 metri di quota nei pressi dell’omonima cascina di sua proprietà, una stazione meteorologica che va a sanare una lacuna che lasciava scoperta una vasta area dell’entroterra dell’Alto Garda. La nuova stazione (provvista di termometri, pluviometro, idrometro, anemometro e radiometro solare globale) contribuirà non solo alla raccolta dei dati meteorologici ma anche alla prevenzione degli incendi boschivi.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news