LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Poco personale, chiuse le sale di Palazzo Grimani e Ca’ D’Oro
Monica Zicchiero
Corriere del Veneto 26/7/2016

Denuncia Cgil sui musei statali: turisti maltrattati

VENEZIA. Il sabato del Redentore i turisti che hanno avuto l’ardire di vistare la Ca’ D’Oro hanno trovato solo il primo piano aperto. Erano cinque o sei. Quelli che hanno varcato l’ingresso di Palazzo Grimani sono riusciti ad entrare solo in alcune sale. Le altre erano chiuse per mancanza di personale. La direzione si è scusata perché da qualche mese i visitatori pagano dieci euro per esplorare le opere d’arte dei due musei ma ogni volta la maggior parte delle sale è chiusa di qua e di là.

E chi ha staccato un ingresso da 8,50 euro per visitare singolarmente ciascuno dei due palazzi nei mesi passati non è riuscito ad ottenere una visita completa. Prima i biglietti Actv a 7,50 euro con annessa esclusione dagli ingressi prioritari, poi i musei pagati a prezzo pieno con le sale chiuse per mancanza di personale, infine il «combo» tra biglietti per vedere metà di un musei e metà dell’altro: la reputazione veneziana dell’accoglienza è in bilico. Nella gestione del turisti di qualità, la città vacilla. «Nei musei del polo ministeriale manca il 30 per cento del personale, la gente viene spostata di qua e di là e alla fine molte sale restano chiuse», accusa la referente sindacale regionale della Cgil Funzione Pubblica Assunta Motta. Le difficoltà sono nero su bianco nel dito del polo museale: «Si avvisano i visitatori che nelle prossime domeniche e nei giorni festivi, causa carenza di personale, potrebbe verificarsi la necessità della chiusura di alcune sale e/o piani, nonché di aperture ritardate del museo», dicono i siti della Ca’ D’oro e di Palazzo Grimani. I prossimi avvisi potrebbero riguardare il Museo Orientale. «Manca il personale perché chi è andato in pensione non è stato sostituito e quindi oggi abbiamo sale museali chiuse», continua Motta.

Inoltre una parte dei lavoratori che conoscono le lingue e che in questi anni hanno aiutati i turisti a districarsi tra un Mantegna e un’indicazione per la toilette hanno chiesto un lavoro negli uffici, pure quelli sguarniti. «Abbiamo chiesto al nuovo direttore Daniele Ferrara un incontro sul tema. Non ci ha neanche risposto — dice la referente regionale della Cgil — Gli interventi fatti sono del tutto inadeguati sulla programmazione dei turni, sull’orario di apertura al pubblico, sul fabbisogno del personale e sui servizi di valorizzazione del museo». L'allarme riguarda anche il museo Archeologico Nazionale, il museo d’Arte Orientale, Villa Pisani a Stra e i musei archeologici di Portogruaro e Altino.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news