LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Castelvecchio. Il pm: Kiev trattiene indebitamente i quadri. Secondo il governo torneranno in autunno
La. Ted.
Corriere del Veneto - Verona 27/7/2016

Ieri la procura ha «formalmente chiesto l’intervento di Eurojust e delle istituzioni europee»

VERONA. Ormai ha assunto i contorni di un autentico intrigo politico-diplomatico, ma la (finora mancata) restituzione dei 17 quadri depredati da Castelvecchio rimane innanzitutto un caso giudiziario. E la riprova sta nei fatti.

Venerdì, per la quinta volta, dal pubblico ministero Gennaro Ottaviano che conduce l’inchiesta sulla rapina a mano armata messa a segno al museo la sera del 19 novembre 2015, è stata inviata una email ai colleghi della procura generale di Kiev. Quinto invio di posta elettronica dall’ex Mastino, ma contenuto della missiva perfettamente identico alle precedenti: accordiamoci, di comune intesa, su una data per poter venire a prendere in Ucraina le opere e riportarle a Verona. Risposta, pressoché immediata, esattamente uguale alle altre quattro email passate: la riconsegna delle tele - questo il senso del messaggio tradotto - non dipende da noi, ma è diventata una questione politico diplomatica. Niente da fare, insomma. Un semaforo rosso che, dal suo ufficio, ha indotto il pm Ottaviano ad intraprendere subito una seconda iniziativa: inviare una lettera di doglianza a Eurojust, l’organismo con sede all’Aja che coordina i rapporti giudiziari e investigativi tra i Paesi aderenti all’Ue, in cui si lamenta «l’indebita trattenuta delle tele da parte dell’Ucraina». Inoltre, dopo quella informale dei giorni scorsi, dalla procura è scattata «una formale richiesta di intervento a Eurojust e alle istituzioni europee affinché venga risolta l’attuale situazione di stallo».

Ma la telenovela sul ritorno dei quadri ha visto andare in scena ieri un’ulteriore puntata, con la rassicurazione giunta per voce del deputato Pd Vincenzo D’Arienzo sul fatto che «I dipinti rubati a Castelvecchio torneranno a Verona, presumibilmente entro l’autunno». Autore di un’interrogazione sul caso, il parlamentare ha dichiarato: «Finalmente una notizia positiva: è in corso di organizzazione la visita nel nostro Paese del premier ucraino Poroshenko nell’ambito della quale i quadri saranno restituiti a Verona e, quindi, all’Italia». Ancora: «Il premier ucraino ha garantito al governo italiano la propria volontà di riportare personalmente i quadri in Italia nel corso di una visita ufficiale che dovrebbe tenersi tra settembre e ottobre prossimi, se non emergono altre priorità». È quanto emergerebbe da contatti avuti in giornata con il sottosegretario al Ministero Affari Esteri, onorevole Enzo Amendola: «Il sottosegretario - chiarisce D’Arienzo - ha garantito l’interesse forte del Governo affinché i quadri siano restituiti e mi ha annunciato la novità. Sono molto soddisfatto dell’impegno del governo e dell’onorevole Amendola che sta seguendo con scrupolo la vicenda, perché ha ben compreso il valore che lega Verona ai suoi quadri».

E sempre ieri non ha mancato di far sentire la propria voce anche Michele Croce:«Esattamente un mese fa abbiamo scritto al governo chiedendo di attivare ogni canale diplomatico perché avevamo avuto notizia delle intenzioni di Poroshenko. Ora abbiamo la conferma che nessuno ha idea di come riportare a Verona i quadri e pendiamo dalla labbra di un controverso uomo politico che si prende gioco di Verona dispensando inutili promesse - tuona il candidato sindaco di Verona Pulita -. Come è saltato in mente a Tosi e ai suoi di regalare gli onori della nostra amata città a chi oggi sta illegalmente trattenendo le nostre opere d’arte? Il regolamento comunale per la cittadinanza onoraria parla di vite esemplari, di contributi al progresso, di miglioramento della convivenza sociale e dell’affezione alla città di Verona: ci spieghino in quale categoria rientra Poroshenko perché si fa leggermente fatica a comprenderlo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news