LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. La Pietà isolata dalle vibrazioni
Pierluigi Panza
Corriere della Sera - Milano 27/7/2016

Il basamento hi-tech su cui si regge la Pietà Rondanini di Michelangelo nell’ex ospedale spagnolo del Castello conferma di riuscire ad assorbire le vibrazioni: 85 per cento di sollecitazioni in meno.

Il basamento su cui si regge la Pietà Rondanini di Michelangelo, a un anno di distanza dalla sua inaugurazione nel nuovo allestimento nell’ex ospedale spagnolo, si rivela in grado di trasmettere perfettamente i dati delle vibrazioni e confermare una sensibile riduzione delle sollecitazioni alla statua.

Se l’industria Goppion ha già ricevuto un riconoscimento per la realizzazione di questo basamento (progettato da Miyamoto realizzato con THK), e ora sta allestendo lo Smithsonian Museum di Washington, il gruppo di lavoro coordinato dai professori Alfredo Cigada e Lucia Toniolo del Politecnico, che sta monitorando microclima, qualità dell’aria e sollecitazioni alla statua, è in grado di trasmettere dati confortanti. La nuova base antivibrante funziona perfettamente. Sotto la Pietà , invisibili, i sensori che registrano ogni giorno, 24 ore su 24, quello che accade nelle vicinanze della statua rendendo disponibili in remoto su un sito Internet i dati, testimoniano di un intervento tecnicamente riuscito, confermando le previsioni di progetto che vedono la statua isolata dalle sollecitazioni meccaniche dell’ambiente circostante. Le misure che provengono dal basamento permettono di valutare sia il tipo e l’entità delle sorgenti vibranti (metropolitana, calpestio) sia la capacità di attenuazione del basamento nei confronti delle vibrazioni stesse. La figura che qui pubblichiamo mostra i livelli medi di energia associati alle vibrazioni al pavimento e quelli filtrati dal basamento che raggiungono la statua, su un periodo di circa 10 giorni: la distanza tra le due curve può essere interpretata come una indicazione dell’efficacia del dispositivo, che riduce di circa 5-7 volte le vibrazioni dell’ambiente.

«La statua — assicurano i tecnici — aggiorna con l’invio di mail quotidiane che confermano il buon funzionamento della rete di strumenti. Nel frattempo, mentre proseguono le attività di studio della base per valutare eventuali nuove soluzioni, sono in fase di sperimentazione ulteriori sistemi di misura e controllo basati sulle tecnologie di riproduzione 3D, tecnologie che permettono anche una migliore archiviazione dei dati».

D’altro canto bisogna rilevare che questo approccio ipertecnologico del Politecnico e della cultura dei Beni culturali esclude ormai completamente l’attenzione ai dati critici e storici. Nel 1956, quando la statua fu collocata nell’allestimento progettato dal gruppo BBPR (che erano, è il caso di ricordarlo, architetti del Politecnico) il progetto prevedeva che la Pietà fosse esposta su un basamento di forma trapezoidale in legno d’ulivo, per questioni stilistiche. Ma in seguito alle proteste di esponenti del mondo della cultura di allora, si optò per rimettere come base della statua l’ara romana che già era con la Pietà in Palazzo Rondinini. Certamente quest’ara (ora relegata in un cantuccio) nulla aveva delle soluzioni tecnologiche che oggi celebriamo; tuttavia essendo un’ara cineraria probabilmente del I o II secolo, con le effigie dei defunti e la tradizionale invocazione ai mani («Dis manibus…») conferiva alla statua una più spiccata sacralità e adesione al tema della morte, nonché una continuità con la storia dell’arte, visto che il Rinascimento pure sarebbe una ripresa della produzione classica.

Far riflettere sulla vita attraverso il bello sarebbe il fine dell’esposizione di una statua. Ma questo aspetto oggi interessa meno.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news