LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Lodi. La statua del genio delle mummie salva grazie alle cremazioni
Francesco Gastaldi
Corriere della Sera - Milano 27/7/2016

I lodigiani sembrano essersi accorti che il «loro» Paolo Gorini esiste ancora. Merito dei ponteggi apparsi da giorni intorno all’effigie ( foto ) dello scienziato lodigiano che, insieme alla poetessa Ada Negri, è uno dei simboli laici della città. Ponteggi adesso, lavori veri e propri entro agosto per ridare un minimo di dignità alla statua di piazza Ospitale che rende omaggio allo «scienziato stregone» vissuto tra il 1813 e il 1881 e autore di tecniche innovative per l’epoca nella preparazione dei cadaveri e anche nella cremazione. Ed è paradossale che proprio la statua di colui che aveva fatto scoperte importanti nel campo della conservazione apparisse condannata al disfacimento. Un insulto per l’effigie in marmo di Carrara realizzata nel 1899 dall’artista locale Primo Giudici che ritrae un Paolo Gorini infagottato nell’inseparabile cappotto guardare contemporaneamente dal giardinetto di piazza Ospitale l’edificio neoclassico dell’Ospedale Vecchio e la chiesa romanico-gotica di San Francesco. In assenza di un intervento del Comune, proprietario della statua, la So.Crem, società di cremazione lodigiana che alla figura di Gorini è molto legata, ha finanziato il recupero: «Fu lui — spiega il presidente Pietro Steffenoni — a realizzare il grande forno del cimitero lodigiano di Riolo che esiste ancora oggi e che all’epoca introdusse un metodo di cremazione sconosciuto in Europa. Non potevamo abbandonarlo». Anche perché Gorini, il cui campo di ricerche è tutt’altro che allegro e per giunta morì in disgrazia, alla città ha sempre ispirato simpatia: non fosse per la sua collezione anatomica in Ospedale Vecchio, un «museo degli orrori» di teste e arti mummificati per lo studio dell’anatomia umana. I soci della So.Crem si sono autotassati e hanno ottenuto un contributo dalla Fondazione Comunitaria. Un tesoretto da 18 mila euro e un progetto che entro novembre restituirà la lucentezza del marmo alla statua che ha il basamento disseminato di crepe. Ad occuparsi del recupero sarà la restauratrice milanese Cinzia Parnigoni sotto la direzione lavori dello studio Ariano.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news