LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Da Piramide a Fontana di Trevi quando lo sponsor fa l'affare
ALESSANDRA PAOLINI
10 agosto 2016 LA REPUBBLICA



LA Corte dei conti critica il ministero dei Beni culturali per l' affidato del restyling del Colosseo a Diego della Valle, Mr Tod's. E il mondo della cultura si interroga. Affidare i tesori di casa nostra agli sponsor, per evitarne lo scatafascio, è la strada giusta? Può un privato mettere il proprio marchio su monumenti simbolo? Risposta non semplice in un'Italia dove si spende sempre meno. L'unica cosa certa è che negli ultimi tempi, a Roma, sono stati tanti i monumenti dove il "ritocchino" è arrivato grazie al buon cuore e agli interessi di privati. E sempre più ce ne saranno.

Le più generose, le maison dell'alta moda. Griffata la rimessa a nuovo della Barcaccia di piazza di Spagna. Sponsor, la gioielleria Bulgari che per riportare la fontana commissionata nel 1627 da papa Urbano VIII a Pietro Bernini ha speso, tre anni fa, 200mila euro. Peccato però che dopo un anno e mezzo i tifosi del Feynoord, presero la Barcaccia a bottigliate lasciandola una discarica. Il Campidoglio fu costretto a ripulirla di nuovo. Sempre a cura del re dei gioielli, anche il restauro in fase di completamento della scalinata di Trinità dei Monti.

Ha il marchio Fendi invece, la second life di Fontana di Trevi. Il simbolo della Dolce Vita è tornata al suo splendore nel novembre 2015. Il restauro è durato 17 mesi: importo complessivo 2 milioni e 180 mila euro. Quella sera la piazza era gremita, tutti a bocca aperta spettando il ritorno scrosciante dell'acqua rischiarata da una nuova illuminazione. A luglio scorso altra festa, con una sfilata. Il défilé dalla doppia "F" ha preso vita tra gli zampilli, lungo una passerella trasparente montata sulla vasca capolavoro barocco.

Molto meno esibito il restauro della Piramide Cestia. Patron dell'operazione, il giapponese Yuzo Yagi che il giorno dell'inaugurazione, ad aprile di un anno fa, si è presentato vestito di bianco come il monumento nuovamente abbagliante fatto realizzare da Caio Cestio nel I secolo a.C. Il restyiling è costato al mecenate nipponico 2 milioni di euro, si è concluso due anni fa dopo 327 giorni. Settanticinque in meno del previsto.

Non c'è di mezzo la moda, ma l'energia per il restauro delle sale dei Musei Capitolini. Ad aprire il portafoglio Enel Energia che ha appena celebrato la fine dei lavori della Sala degli Impertori. E già pensa di finanziare la ristrutturazione dei fatiscenti giardini di Palazzo Caffarelli stanziando 360mila euro. E per il futuro ha in programma nuovi lavori sulla piazza di Roma.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news