LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SICILIA-Pioggia di soldi dal Cipe Crocetta ringrazia tutti (tranne il rivale Faraone)
Lillo Miceli
www.lasicilia.it, 12/08/2016

Stanziati 3 miliardi e 200 milioni per la Sicilia, oltre 996 milioni per per le Città metropolitane di Palermo, Catania e Messina



Ringrazia il premier Matteo Renzi e i sottosegretari alla Presidenza del consiglio, Luca Lotti e Claudio De Vincenti, il presidente della Regione, Rosario Crocetta, all’indomani della delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica), che ha stanziato 3 miliardi e 200 milioni per la Sicilia, oltre 996 milioni per le Città metropolitane di Palermo Catania e Messina che avranno 332 milioni ciascuna. Il Cipe ha deliberato pure finanziamenti per i beni culturali che in buona parte saranno destinati alla Sicilia.

Neanche un accenno al sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, che ha sempre rivendicato un ruolo attivo affinché alla Regione venissero assegnate le risorse che le spettano. Un silenzio che dice tutto sui rapporti piuttosto tesi tra i due. Il primo non fa mistero sulla volontà di ricandidarsi alla guida della Sicilia; il secondo, non nasconde che aspira a farlo.

«L’approvazione della delibera Cipe - ha sottolineato Crocetta - renderà immediatamente esecutivo l’utilizzo dei fondi, subito dopo la firma del Patto, prevista entro la fine di agosto, con il presidente Renzi. Da settembre, inoltre, sarà possibile avviare la procedura per oltre mille cantieri che coinvolgeranno tutti i comuni siciliani, nell’ambito delle infrastrutture, dissesto, viabilità urbana e strade provinciali che contribuiranno a fare accrescere il Pil già positivo per l’anno in corso, 1,5%, sbloccando il lavoro per le piccole e medie imprese siciliane, consentendo di incrementare l’occupazione».

Dopo diversi incontri avuti con il sottosegretario Lotti, Crocetta ha annunciato che entro il mese di settembre, «potrebbero essere sbloccati 350 milioni di euro per i cantieri di lavoro, di servizio e il servizio civile regionale che, tra il 2016 e il 2017, dovrebbero collocare circa 100 mila persone. La Sicilia è la Regione italiana che cresce di più, spazzando via le previsioni dei gufi della politica». Espressione mutuata da Renzi.

A Faraone del mancato ringraziamento di Crocetta, importa poco. E ricorda che le risorse sono destinate a precisi ambiti d’intervento: infrastrutture, ambiente, sviluppo economico e produttivo, turismo, valorizzazione dei beni culturali, occupazione, lotta alla povertà, istruzione e formazione.

«Il governo nazionale - ha dichiarato il sottosegretario - non va in vacanza, guarda a Meridione d’Italia, come terra dalle potenzialità troppo a lungo inespresse, dà fiducia alla Sicilia e ci mette la faccia. Adesso dobbiamo essere noi, uomini e donne del Sud, a raccogliere la sfida e dimostrare cosa siamo in grado di fare. Perché una “questione meridionale” non faccia parte più del refrain che siamo abituati ad ascoltare, dobbiamo scrollarci di dosso stereotipi storici e logiche assistenzialistiche. Le risorse ci sono, creiamo sviluppo per le generazioni che future».

Per il portavoce di Sicilia Futura, Michele Cimino, «il Cipe sbloccando il piano di azione e coesione complementare 2014-2020, ha finalmente dato un forte segnale per la Sicilia, valorizzando con il finanziamento di 6,5 milioni di euro il Parco archeologico della Valle dei Templi di Agrigento. Si ha così la conferma che la Sicilia con il turismo e i beni culturali, è la Regina d’Italia. Attestazione che che verrà sancita con il G7 di Taormina fortemente voluto dal premier Renzi,

I 57 MILIONI DEL MINISTERO SBLOCCATI DAL CIPE: "CANTIERI DELLA CULTURA", 19 INTEVENTI NELL'ISOLA
Ecco i 19 interventi (per 57.073.267 euro) dei “cantieri della cultura” che saranno attivati in Sicilia grazie al Piano di Azione e Coesione Complementare (Pac 2014-2020), ultima tranche del Pon “Cultura e sviluppo” (Pon cultura) del Ministero dei beni culturali. «Dopo un decennio di tagli - dichiara il ministro Dario Franceschini – queste scelte confermano che per il governo Renzi la cultura è la chiave per il rilancio economico del Mezzogiorno».

PON CULTURA E SVILUPPO:

- Museo regionale di Aidone - Area Archeologica di Morgantina. Servizio Museo Regionale di Aidone - Restauro di Case Vinci 846.545 euro

- Parco Valle dei Templi. (Valle dei Templi e Museo Pietro Griffo) Musealizzazione dei reperti archeologici e realizzazione di un laboratorio didattico 1.692.862 euro; Indagini archeologiche valorizzazione e fruizione Area Agorà Superiore 1.000.000 euro;
Ricerca restauro e fruizione delle Insulae I e IV del Quartiere Ellenistico Romano di Agrigento 3.960.000 euro

- Ex manifattura tabacchi. Ex Manifattura tabacchi progetto di conservazione recupero ed adeguamento funzionale dell'Ex Manifattura tabacchi a sede del Museo regionale Interdisciplinare di Catania 5.000.000 euro

- Complesso di S. Maria del Gesù. Museo archeologico Ibleo nel convento S. Maria del Gesù a Ragusa Ibla-Recupero e allestimento 5.390.618,42 euro

- Museo della fotografia. (Villino Favarolo) Intervento di restauro con revisione e completamento impianti di Villino Favaloro 1.710.929 euro

- Cava d'Ispica - Necropoli e Castello. Realizzazione e ripristino dei sentieri del Parco di Cava d'Ispica, valorizzazione del sito, restauro della necropoli di Baravitalla - RG 1.154.000 euro; Realizzazione e ripristino dei sentieri del Parco di Cava d'Ispica, valorizzazione del sito, completamento del restauro del Castello - RG 1.108.200 euro

- Area archeologica Parco della Forza. Progetto di riqualificazione e valorizzazione funzionale del parco Archeologico regionale della Forza Ispica - RG 2.224.088,10 euro

- Museo regionale della Ceramica di Caltagirone. Completamento funzionale per l'allestimento museale della sede del Museo regionale della Ceramica di Caltagirone sito nell'ex convento di S. Agostino CT 8.600.000 euro

- Museo archeologico di Camarina e istituendo Parco. Opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale del Parco Archeologico Regionale di Camarina -RG 4.906.713,11 euro

- Parco Archeologico di Siracusa. Progetto delle opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale dell'area archeologica della Neapolis in Siracusa - 1° stralcio 2.520.694,46 euro

- Parco Archeologico di Gela. Lavori per il completamento della sistemazione esterna, valorizzazione delle strutture arcaiche in mattoni crudi in Bosco Littorio di Gela 241.382,19 euro. Opere di valorizzazione dell'Area archeologica di Caposoprano 418.000 euro.Opere per la tutela e la valorizzazione delle aree archeologiche di Caposoprano dell'Acropoli di Molino a vento e dell'area esterna del museo 512.000 euro; Lavori per l'arnpliamento, adeguarnento ed ammodernamento del Museo Archeologico Regionale di Gela 3.145.098,18 euro

PAC-PON CULTURA E SVILUPPO:
- Area Archeologica di Cava d'Ispica. Modica (Ragusa) - Progetto delle opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale 6.058.290,48 euro

- Area Archeologica della Neapolis e dell'Orecchio Dionisio. Siracusa - II stralcio funzionale - Progetto delle opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale del parco archeologico 6.583.445,75 euro



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news