LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bolzano. «Polo museale, Ötzi nella Civica»
Francesco Clementi
Corriere dell'Alto Adige 13/8/2016

Caramaschi: «La Provincia ci crede, sfruttiamo l’occasione del trasloco. Mi preoccupa la concessione Sasa»

BOLZANO. Il traguardo simbolico dei primi cento giorni si avvicina. «Non tocca a me darmi il voto, ma lavoriamo tanto e credo che qualche risultato stia arrivando». Renzo Caramaschi non va in vacanza: solo un breve stacco a cavallo di Ferragosto, «ma martedì mattina sarò di nuovo nel mio ufficio». L’occasione è propizia per un primo bilancio: dall’abbattimento del debito comunale, con l’impegno a levare l’addizionale Irpef, fino al sogno del polo museale, «che potrebbe comprendere non solo la Sparkasse Academy, ma anche l’attuale sede della biblioteca civica». Resta da vedere se la luna di miele reggerà ai primi venti dell’autunno. Almeno tre gli ostacoli che saggeranno la compattezza della giunta: bando Benko (imminente), import di rifiuti per l’inceneritore e Park Fiume.

Caramaschi, come giudica i suoi primi 80 giorni da sindaco?

«Stiamo lavorando bene, anche se è giusto mantenere lo spirito critico. Su alcune cose andiamo avanti veloci, come l’areale ferroviario, i nuovi impianti per nuoto e rugby, la circonvallazione. Sull’areale, in particolare, stiamo per definire con gli advisor il programma di servizio, con definizione precisa delle superfici. Altre cose le vedo più “difficiline”».

Cosa la preoccupa?

«Se ne parla poco, ma a fine anno scade la concessione Sasa per i bus urbani. Non è ancora chiaro se riusciremo a rinnovare l’assegnazione in house . L’obbligo di gara non è una disgrazia in sé, ma qui ci sono un patrimonio e un servizio pubblico da difendere».

Entro ottobre dovrebbe arrivare la decisione finale sull’import di rifiuti, necessario per alimentare il teleriscaldamento. L’assessora all’ambiente Lorenzini vorrebbe addirittura chiudere l’inceneritore. Quale sarà la posizione del Comune?

«È una situazione paradossale. A Roma pagano per portare i rifiuti all’estero, noi siamo “troppo” virtuosi e dobbiamo importarli. Nel programma abbiamo fissato limiti all’incremento dei rifiuti, non oltre il 5-10%. Faremo un gruppo di lavoro misto Comune-Provincia, oltre a sopralluoghi per approfondire. Con Lorenzini penso che troveremo l’accordo, del resto il suo ragionamento sulla dismissione dell’inceneritore è riferito al 2030. Nel frattempo possono cambiare molte cose».

Altro tema che rischia di generare attriti con i verdi è il bando per l’assegnazione delle aree nell’ambito del progetto Benko. Già nella prossima seduta di giunta approverete il testo?

«Forse nella successiva, abbiamo tempo fino al termine di agosto. Comunque non c’è molto da discutere su questo punto: la scelta decisiva è stata fatta dal commissario Michele Penta con la firma sull’accordo di programma. Tutti i passaggi conseguenti, compresa la pubblicazione del bando, sono obblighi di legge. Solo il Tar può fermare l’iter, non voglio esporre il Comune a richieste di risarcimento milionarie».

Dopo Benko e inceneritore, la terza prova del fuoco per la giunta Caramaschi potrebbe essere il Park Fiume.

«Non so a che punto sia la pratica, certo è che con l’assessora Lorenzini dovremo prendere in mano tutte le proposte di garage interrati e verificare il reale fabbisogno. Il garage di piazza Vittoria è strategico e va sbloccato a tutti i costi. Comunque vedrete che saremo più compatti di quello che pensano i nostri avversari».

Novità sul fronte cultura?

«Massimo impegno per far decollare il polo museale. Rispetto al passato c’è più convinzione, lo vedo anche nei colloqui con Kompatscher. Il polo dovrebbe comprendere l’attuale museo civico, la nuova ala da costruire, il piano terra della Sparkasse Academy ma anche l’attuale sede della biblioteca civica. È lì che vedrei bene la nuova casa di Ötzi. Ci saranno più spazi per entrambi i musei, che saranno visitabili con biglietto unico».

La proprietà della biblioteca civica è di Tosolini...

«Ma presto si libererà perché la biblioteca si sposterà all’ex Pascoli. Sarà il caso di trattare con Tosolini prima che ci faccia un altro megastore... Questa città ha bisogno di centri culturali, più che commerciali».

Lei ha la fama di “burbero”. Cosa l’ha fatta più arrabbiare in questi primi mesi?

«Certe polemiche gratuite su piazza della Pace. Sarò anche sindaco, ma ho diritto a esprimere un’idea personale. Qualcuno ha parlato di imposizioni della Svp... Balle. E chi mi dà lezioni sul rispetto dei caduti in guerra legga prima i miei libri».

Lei va al lavoro in autobus. I passeggeri si lamentano spesso del Comune?

«Più che altro mi danno un sacco di consigli... Quelli buoni vanno accolti al volo».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news