LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - San Nicol del Comune: larea torna ai mantovani
di Roberto Bo
07 agosto 2016 LA GAZZETTA DI MANTOVA

Il Demanio ha deciso per la concessione gratuita dei 25mila metri quadrati. La zona tra il lago e Fiera Catena carica di storia: c lantico cimitero ebraico


MANTOVA. Dagli uffici mi dicono che le giunte che mi hanno preceduto ne parlavano gi dalla fine degli anni Novanta. Noi in tre settimane e due giorni abbiamo chiuso loperazione.

Gongola il sindaco Mattia Palazzi, soddisfatto al cento per cento per essere riuscito ad ottenere dal Demanio la concessione gratuita per larea di San Nicol, 25mila metri quadrati da recuperare che partono dalla sponda del Lago inferiore per arrivare a Fiera Catena.

L in mezzo ci sono secoli di storia: insediamenti paleocristiani e cristiani, il complesso militare di San Nicol, il vecchio cimitero ebraico e ci che resta di quello che fu il campo di concentramento del Gradaro.

E adesso che il Comune ha ottenuto la concessione?

Palazzi parte in quarta col ringraziare il direttore nazionale del Demanio, Roberto Reggi, e la dottoressa Soddu, direttrice dellagenzia regionale, senza dimenticare sovrintendenza e ministero dei Beni culturali e lassessore al demanio Buvoli. Un'area preziosa della citt torna nella disponibilit dei mantovani, abbiamo gi diverse idee su come valorizzarla e siamo gi alla ricerca dei partner e delle risorse per farlo. Stiamo seguendo una strategia ben precisa, riqualificare, valorizzare e collegare. La vittoria al bando europeo della scorsa settimana per il nuovo collegamento da Valletta e Porto catena e il ponte ciclo pedonale che realizziamo il prossimo anno permetteranno di collegare tutta l'area. Progettare le funzioni di quell'area sar una sfida bellissima prosegue Palazzi sono molto contento che siamo riusciti in un solo mese a ottenerne la concessione. Ovviamente la finalit dellarea da recuperare quella di darle una funzione pubblica e di interesse pubblico. Tra un mesetto saremo pi precisi, al momento stiamo lavorando su alcune idee e progetti da legare a bandi nazionali o europei.

L'area di san Nicol una sedimentazione di secoli di storia. L, infatti, c'erano insediamenti paleocristiani (secondo la tradizione, vi fu martirizzato san Longino) e cristiani con la chiesa di san Nicol e il convento dei frati di sant'Ambrogio ad Nemus, entrambi demoliti. Per non dimenticare il vecchio cimitero ebraico voluto dai Gonzaga e chiuso nel 1786 dagli austriaci, dove sepolto Immanuel da Fano, una delle figure pi importanti della cultura ebraica. Fino ad arrivare al 1943 quando quell'appezzamento divent campo di concentramento. Il Comune vorrebbe recuperare anche i cinque capannoni esistenti per adibirli a contenitori dei musei sull'ebraismo, sulla cristianit, sulle deportazioni nazifasciste e sull'epoca asburgico-napoleonica (esiste una polveriera usata dagli austriaci e da Napoleone) e per dare spazio a espressioni dell'arte contemporanea. Un maxi recupero ora possibile dopo lottenimento della concessione.



news

13-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news