LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA Imposta più card, e la spesa rientra
07 agosto 2016 LA GAZZETTA DI MANTOVA



L'assessore alla Cultura e al Turismo di Como, Luigi Cavadini, riferisce che «dal 2013, gli introiti sono in aumento nonostante la cifra richiesta ai turisti sia rimasta la stessa. Il gettito, su un bilancio a 100 milioni di euro, è di circa 650mila euro, ovvero meno dell'1%. Quest'anno puntiamo ad almeno 700.000 euro».

Gli ambiti di utilizzo degli introiti, conferma, sono quelli di pertinenza del turismo, in accordo con le associazioni degli albergatori. Interessante è la proposta di alcuni comuni come Otranto, Ostuni e Ferrara di abbinare all'applicazione dell'imposta la possibilità di usufruire di una card che permetta al cliente-turista di utilizzare alcuni servizi e di beneficiare di alcune riduzioni. «Il vantaggio è che i turisti non la percepiscono come un'imposta, ma come la possibilità di avere una serie di vantaggi», spiega l'avvocato Paola Manca, responsabile dell'Area Tributi, Personale, Suap e vicesegretario comunale a Otranto.

«Parliamo per esempio del noleggio gratuito delle biciclette; dello sconto sul biglietto d'ingresso per il Castello Aragonese; della visita guidata gratuita nella zona portuale; di uno sconto del 10% nei negozi che espongono la card; l'accesso al wifi o ai parcheggi in aree di sosta gratuita». Il comune salentino è stato uno dei primi ad introdurre l'imposta (4 luglio 2011), da subito con il formato della carta servizi.

«Cerchiamo di incentivare il turismo nei mesi di bassa stagione differenziando le tariffe. L'imposta va aumentando perché contemporaneamente sono aumentate le strutture ricettive nel settore: siamo partiti incassando circa 400mila euro, e siamo arrivati ai 700mila dell'anno scorso. Quest'anno sono previsti intorno agli 800mila euro». A Firenze su 350 milioni di euro di entrate, si stima di incassare dall'imposta di soggiorno circa 30 milioni di euro per il 2016, ovvero meno del 10% del totale. «Viene reinvestita secondo la legge in interventi a sostegno del settore turistico, che in una città come Firenze sono diversi», spiega Marina Ristori, direttore dell'area di coordinamento Risorse Finanziare.

«La parte più significativa si concentra sulla fruizione e sul recupero beni culturali». Istituita già nel 2011 in forma di prelievo diretto, è stata aumentata nel 2015 di 50 cent. in maniera proporzionale alla categoria ricettiva.

Per quanto riguarda le persone in transito giornaliero, impossibili da intercettare altrimenti, è stata prevista una tassa di imbarco e sbarco in aeroporto, oltre ad un ticket per i bus turistici che pagano il permesso di ingresso a seconda del livello di inquinamento che portano alla città. (l.m.m.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news