LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. «Pienone» di turisti, lunghe file ai monumenti
Valeria Costantini
Corriere della Sera - Roma 15/8/2016

La Capitale si svuota dei suoi abitanti, ma si riempie di turisti. Tutti in coda in questi giorni sotto il sole d’agosto per visitare le decine di monumenti della città, le piazze storiche e i siti archeologici. Record di file a San Pietro e al Colosseo, assediate piazza di Spagna, Fontana di Trevi e il Pantheon. Sembra cambiato il turismo di massa. Grande affluenza di visitatori dal Sud America e dal continente asiatico, Cina e Giappone in testa; calano invece le presenze di turisti inglesi e americani, gli ospiti tipo dell’estate romana. Poche anche le comitive, i gruppi di viaggio che solitamente affollavano le vie del centro.

Roma svuotata di romani ma affollata di turisti. La cartolina dell’agosto 2016 racconta una Capitale con una buona di affluenza di stranieri, code e periferie semi-deserte.

Se le mète preferite dei residenti rimasti in città restano le vicine località di mare, le preferenze dei visitatori confermano il grande appeal storico-archeologico di Roma. L‘allerta terrorismo internazionale e la paura non sembrano aver influito sul desiderio di viaggiare: nemmeno i luoghi più frequentati - quindi possibili obiettivi di attacchi mirati - sono stati evitati dal turista di turno. Lunghe le file anche ieri a San Pietro per l’appuntamento dell’Angelus: in centinaia ieri si sono armati di pazienza e hanno atteso il proprio turno per passare, attraverso minuziosi controlli, i metal detector. Nonostante le alte temperature, la fiumana di appassionati d’arte era bene visibile di fronte all’entrata per i Musei Vaticani fin dal mattino.

Ad ogni spettacolare monumento, ogni angolo pittoresco della Capitale coincide la calca colorata e sorpresa dei visitatori. Come punti rossi su una mappa cittadina altrimenti scarna di presenze. Dal Pantheon alla panoramica vista dell’Altare della Patria, nessuno scorcio della Città Eterna sfugge alle macchine fotografiche e al selfie souvenir: «Prime file» tutte occupate, una vera ressa, un viavai continuo di fronte ai marmi di Fontana di Trevi o alla scalinata e la Barcaccia di piazza di Spagna. Tutto per immortalare in eterno il ricordo estivo. Le ore più calde si affrontano con gli ombrellini di carta (ormai un must) e una rinfrescata dalle fontane, magari senza tuffi. Nell’itinerario non mancano nemmeno le tappe al piazzale del Campidoglio e naturalmente le vie dello shopping, ma la vera marea di visitatori è attratta soprattutto dal «re» dei siti archeologici, il Colosseo. Una valanga di visitatori ammirati quella che ad ogni minuto allunga le code agostane del più visitato dei monumenti.

Un turismo di massa differente però quello della stagione 2016, almeno a guardare le migliaia di stranieri in giro per le vie di Roma. Meno cittadini inglesi, francesi o americani rispetto agli anni passati, gli ospiti di rito delle estati romane: sembra esserci meno «Europa», più internazionalità per la Capitale. Ampia infatti, la fetta di visitatori dal Sud America e dall’Asia. Famigliole, giovani coppie, pronti ad attraversare mezzo mondo per provare l’emozione di inserire la mano nella Bocca della Verità: un’esperienza immancabile, per esempio, per i giapponesi. Ed è diminuito anche il numero delle «carovane». Minori le (di solito visibili) comitive che si muovono compatte per le vie del centro, in testa un segno di riconoscimento da tenere in alto per evitare di perdersi nei tragitti da un monumento all’altro, verso un ristorante.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news