LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Uffizi, ecco il percorso dei principini
Valeria Ronzani
Corriere fiorentino 17/8/2016

Galleria e Palazzo Vecchio uniti da ottobre, ma solo per i bimbi. E raddoppia il biglietto al Bargello

Uscio e bottega, si dice a Firenze per indicare la prossimità, ad esempio, dell’abitazione al luogo di lavoro. Sarà un uscio e bottega sui generis quello che coinvolgerà da ottobre gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola primaria e le prime della secondaria di primo grado delle scuole fiorentine: per la prima volta il museo di Palazzo Vecchio e gli Uffizi saranno uniti in un unico percorso, attraverso il cavalcavia sopra via della Ninna, attualmente chiuso al pubblico (al momento c’è un ufficio, che ovviamente dovrà essere trasferito). Ogni lunedì, giorno di chiusura della Galleria, gli alunni verranno coinvolti in laboratori (ne sono previsti uno la mattina e uno il pomeriggio, durata stimata due ore e mezzo ciascuno) che da Palazzo Vecchio si concluderanno agli Uffizi. «Uscio e bottega. Residenza e galleria dei Medici nel Cinquecento» è infatti il nome che è stato dato al progetto nato dalla collaborazione fra il Comune di Firenze e le Gallerie degli Uffizi.

Non un vero percorso del Principe, il corridoio Vasariano ne è escluso, ma del Principino sì. «Quest’autunno i primi gruppi di bambini vedranno Palazzo Vecchio e gli Uffizi insieme in una maniera intima e diretta, senza pubblico e turisti intorno — ha dichiarato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt — Nel giro dei prossimi due o tre anni ogni bambino fiorentino farà gratuitamente quell’esperienza unica e privilegiata che in passato era riservata ai soli figli dei granduchi e ai loro compagni di giochi». L’attività per le scuole è gratuita, a Palazzo Vecchio ci si immergerà nella vita dei Medici con la visita ai loro appartamenti e altri spazi reconditi, mentre agli Uffizi gli alunni beneficeranno del privilegio unico di godere dei tesori della Galleria a porte chiuse. Proprio come dei piccoli granduchi. Comprensibilmente orgogliosa la vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi: «È sempre un dispiacere, infatti, trovare le porte sbarrate tra due palazzi che invece anticamente erano stati uniti»».

A proposito di porte più o meno sbarrate, dal 1 settembre, come già ventilato da Paola D’Agostino, Direttrice del Museo del Bargello, aumenterà il costo del biglietto d’ingresso di alcuni musei afferenti al Bargello stesso. Quello del Bargello passerà da 4 a 8 euro, per il Museo delle Cappelle Medicee si passerà da 6 a 8, mentre per Palazzo Davanzati un rincaro del 300%, da 2 a 6 euro. D’altronde i problemi per allineare la fruizione di questi musei ai maggiori della realtà fiorentina, di cui il Bargello stesso fa parte a pieno titolo, sono tanti. La stessa D’Agostino lo aveva denunciato in un’intervista all’Ansa del 9 agosto, iniziando dalla drammatica carenza di personale: «una carenza del 50 per cento, di cui il Mibact è ben cosciente». Questione delicata che la recente riforma ha contribuito ad acuire. Perché avere smembrato il Polo fiorentino, che centralizzava la gestione anche amministrativa dei musei cittadini, e aver dotato i più importanti di propria autonomia, comporta pure una duplicazione degli uffici che ne garantiscono la gestione. Proprio per dotare le nuove realtà del personale necessario, il Ministero ha avviato una procedura di mobilità volontaria. Tanto che pare che circa 30 unità abbiano chiesto di andare via dagli Uffizi. Per ora Schmidt tace, ma pare non averla presa troppo bene.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news