LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LUCCA - Scoperta archeologica vicino alle Poste: trovati un edificio e una tomba del VI secolo
12 agosto 2016 IL TIRRENO




Lucca, i reperti venuti alla luce durante i lavori per la realizzazione dell'isola ecologica vicino la cattedrale di San Martino. Rinvenuti anche i resti di una madre con il suo bambino



LUCCA. In questi giorni sono stati completati gli scavi per la realizzazione di una delle isole ecologiche interrate all’interno del centro storico, dietro l’edificio delle Poste Centrali, entro la fine del mese saranno completati i lavori di rifinitura per renderla operativa fin dai primi giorni del mese di settembre. Gli scavi effettuati hanno riportato alla luce importanti testimonianze archeologiche dell’area prossima alla cattedrale di San Martino.

Gli scavi vicino la Cattedrale

Le indagini condotte dalle archeologhe Elisabetta Abela e Maila Franceschini, sotto la direzione scientifica di Giulio Ciampoltrini, funzionario della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Toscana, hanno interessato un’area di 30 metri quadrati raggiungendo la profondità di 2,50 metri dall’attuale piano stradale. Nei livelli inferiori è stata individuata una possente struttura muraria con filari di blocchi di calcare e ciottoli di grandi dimensioni, pertinente ad un edificio databile tra il VI e il VII secolo, forse riferibile ad un complesso ecclesiastico. A poca distanza è stata scoperta una sepoltura “bisoma”, cioè destinata all’inumazione di due individui: all’interno della fossa sono stati riportati in luce gli scheletri di una donna adulta e di un bambino, deposti supini, uno accanto all’altra; in particolare il bambino era stato posizionato lungo il fianco sinistro della donna, verosimilmente la mamma, con il capo sistemato sopra la sua spalla; successivi studi antropologici potranno forse chiarire delle cause della loro morte, avvenuta contemporaneamente, dato il particolare tipo di deposizione. I resti scheletrici, in buono stato di conservazione, erano stati parzialmente dislocati dalla presenza di un condotto moderno, che ha interessato la parte superiore della tomba; dai reperti ceramici recuperati è stato comunque possibile datarla all’VIII secolo, momento in cui anche le aree interne alla città, specie nei pressi delle chiese, erano destinate a sepolcreti.

I resti di una donna con il suo bambino

Successivamente, a partire dall’XI secolo, la zona risulta occupata da un’abitazione, delimitata da possenti strutture in muratura; a lato era presente una corte all’interno della quale fu realizzato un pozzo circolare, delimitato da un muro di contenimento in ciottoli di grandi dimensioni, ancora ben conservato nel settore nord dello scavo. Proprio per non compromettere le strutture antiche, il cassone di contenimento dell’isola ecologica è stato spostato di qualche metro, consentendo così di procedere con il completamento dei lavori.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news