LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trovato il borgo medievale fuori dal castello di Castelseprio
Manuel Sgarella
Varesenews, 21/7/2016

Una grande sorpresa per gli scavi di Castelseprio. È stata confermata in questi giorni l’esistenza di un borgo medievale, ma che potrebbe anche essere antecedente, ovvero di origine longobarda, al di fuori del Custrum, intono alla chiesa di Santa Maria Foris Portas. La scoperta, che gli archeologici non definiscono propriamente tale perché era un’ipotesi avanzata da tempo, è stata fatta nei giorni scorsi, grazie alla ripresa degli scavi archeologici condotti dall’università Cattolica di Milano con una trentina di studenti.


LA CASA MEDIEVALE – Questi scavi avrebbero dovuto riguardare soltanto la casa medievale all’interno del complesso del Castrum. Una struttura riportata alla luce nel 1981, il cui scavo era poi stato interrotto. In questo mese di luglio si è svolta l’attività degli studenti, sotto la direzione scientifica dei professori Silvia Lusiardi Siena, Marco Sanazzaro e Caterina Giostra, con i direttori di cantiere Leonardo De Vanna e Federica Matteoni. «Abbiamo riportato alla luce i pavimenti della casa medievale nella quale sono stati trovati anche alcuni oggetti come chiodi, lamelle e una pietra ollare – racconta la Giostra -. Stiamo approfondendo gli esterni e stiamo scandendo le fasi. Non tutti i muri sono stati costruiti nello stesso momento. Ora la casa medievale è più chiara, nelle funzioni degli ambienti: era in abitazione di un certo status, c’erano attività domestiche, c’era un focolare con delle pentole. Probabilmente si svolgeva anche qualche attività artigianale, ma andrà puntualizzato con l’analisi dei dati recuperati. Inoltre nel cortile, situato nell’area centrale, stiamo approfondendo un settore abbastanza ampio che riguarda strati più antichi. Ci aspettiamo di trovare situazioni che possano confermare l’esistenza della struttura anche in età longobarda».



LA “SCOPERTA” DEL BORGO – Ma la novità di questi giorni ha riguardato quanto accaduto fuori dalle mura del Castrum, intorno alla chiesetta di Santa Maria fuori porta. Nei mesi scorsi, infatti, la Provincia ha operato un disboscamento di un’area abbastanza estesa. Sono emerse dei sassi allineati che hanno destato l’attenzione degli archeologi. «Abbiamo così approfittato della nostra presenza alla casa medievale per spostare una parte del lavoro di ricerca in questa area – spiega la giostra -. Abbiamo tolto il primo strato di humus cercando di seguire i cumuli di sassi, per escludere che si trattasse di un semplice accumulo di inerti. Ne è emersa la presenza di diverse mura che formano un borgo al di fuori del Castello».
COSA VUOL DIRE LA PRESENZA DEL BORGO - «Avere trovato questa situazione al di fuori delle mura, è la conferma che il Castrum aveva un’importanza rilevante nel periodo medievale e che i suoi abitanti si sentivano abbastanza sicuri anche da trovare riparo fuori dalle mura del castello – spiega la professoressa -. Si ipotizzava da tempo l’esistenza di un insediamento di questo tipo, ma ora abbiamo la conferma».
Il terreno disboscato si estende su una superficie di circa mille metri quadri e i resti delle mura ritrovare riguardano diverse case. «Il nostro intervento sta per terminare con il mese di luglio e la ricognizione diagnostica che abbiamo effettuato è propedeutica a un vero intervento di scavo – conclude la Giostra -. Non sappiamo quanto si possa estendere questo borgo, non è stata disboscata tutta l’area, ma riteniamo che possa essere molto ampio. Qui a Castelseprio ci sono ancora molte questioni irrisolti e si potrebbero aprire scavi e ricerche quasi in ogni angolo. L’individuazione di questo borgo si aggiunge a questa situazione che necessiterebbe di ulteriori fondi. Ora possiamo dire con certezza che esiste un borgo medievale fuori dal Castrum, non escludiamo che l’insediamento possa essere anche di origine longobarda, ovvero del VII secolo, ma servirebbe lavorarci ancora».

http://www.varesenews.it/2016/07/trovato-il-borgo-medievale-fuori-dal-castello-di-castelseprio/538653/


news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news