LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Recuperato ad Avellino il Salvator Rosa rubato
Espedito Vitolo
Corriere del Mezzogiorno 21/8/2016

Ritrovato dai carabinieri di Avellino un quadro attribuibile a Salvator Rosa rubato nel 2005.

Napoli. Nel 2005 rubarono loro una tela del Seicento, ora gli potrebbe tornare un dipinto di Salvator Rosa. Nella sfortuna una fortuna senza limiti per una coppia salernitana che quando denunciò il furto del quadro non sapeva che poteva essere attribuito al famoso pittore napoletano del XVII secolo. La tela è stata ritrovata dai carabinieri di Avellino impegnati in varie perquisizioni per cercare, dopo una serie di indagini, oggetti rubati negli ultimi tempi in alcune villette dell’Irpinia. Ma pensavano di trovarsi davanti a televisori, orologi, qualche gioiello. Non certo a un’opera d’arte. E’ stata chiesta la consulenza degli esperti del Tpc (Tutela patrimonio culturale) dei carabinieri che hanno subito capito di trovarsi di fronte a una tela di valore. Il prezioso dipinto, un olio su tela attribuibile a un giovane Salvator Rosa, e raffigurante una “Madonna con Bambino”, risale al XVII secolo ed è stato rinvenuto completo della cornice originale, anch’essa di pregevole fattura e verosimilmente attribuibile all’artista napoletano che le utilizzava per i suoi dipinti. L’opera appare in buono stato di conservazione sebbene abbia necessità di un attento restauro che potrebbe far emergere con certezza l’autore e la precisa datazione anche grazie all’analisi del radiocarbonio. La tela è stata rinvenuta, nel corso di una perquisizione, in un immobile di proprietà di un 56enne di Pagani. I volti della Madonna e del Bambino sono molto particolari, come se si trattasse di figure di icone bizantine, e denotano la grande influenza barocca del secolo. L’opera, di un metro e mezzo per un metro e trenta è stata sequestrata in attesa della restituzione al legittimo proprietario. Verrà ovviamente sottoposta a tutte le analisi del caso. Per il 56enne è scattata la denuncia per ricettazione alla magistratura di Avellino. Anche lui non sapeva di trovarsi di fronte a un Salvator Rosa. Il tenente colonnello Franco Di Pietro, che ha condotto l’operazione di recupero, resta comunque cauto. «Gli esperti ci hanno detto che è un Salvator Rosa, soprattutto per il marchio di fabbrica della cornice, ma ovviamente bisognerà attendere tutte le verifiche del caso». Ma cercavate proprio quel quadro? «No, eravamo impegnati in un’operazione di recupero di refurtiva e lo abbiamo individuato in un deposito. Dopo rapidi riscontri abbiamo capito che si trattava dell’opera rubata a Salerno nel 2005». Ma i proprietari ne avevano denunciato il furto parlando di un Salvator Rosa? «No, solo di un quadro del Seicento. Evidentemente non sapevano chi fosse l’autore».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news