LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. L’effetto Venezia a un passo
Claudio Bozza
Corriere fiorentino 21/8/2016

In laguna cartelli anti turisti e residenti in rivolta. E a Firenze? Il limite è vicino

Oltre 9 milioni di pernottamenti nel 2015, che tra 4 anni potrebbero diventare 14 milioni. Sono i numeri del turismo a Firenze. La città è invasa da visitatori che non rispettano le regole. E senza un intervento delle istituzioni il rischio di un altro caso Venezia, dove i residenti sono in rivolta contro i turisti, è sempre più concreto.

Oltre 9 milioni di pernottamenti nel 2015, con un incremento del 5,6 per cento rispetto allo scorso anno. Le previsioni, per Firenze, sono di ulteriore forte crescita: nel 2019 si dovrebbero infatti raggiungere i 14 milioni di pernottamenti. E non è tutto, perché a questi che sono i dati ufficiali bisogna aggiungere che ci sono almeno altri 2-3 milioni di pernottamenti non registrati, in strutture che oltretutto evadono il pagamento della tassa di soggiorno. È evidente: il turismo, specie con il crollo del settore manifatturiero, si conferma il «petrolio» per la città. Nel 2015, la tassa di soggiorno ha garantito a Palazzo Vecchio un incasso di 26,5 milioni, reinvestiti (così come impone la legge) per la manutenzione della città ed il miglioramenti dei servizi turistici. Il numero medio di permanenza in hotel è salito a 2,4 notti: l’obiettivo dichiarato dal sindaco Nardella è di superare al più presto il muro delle 3 notti.

Questa continua impennata del numero dei visitatori, se da una parte ingrossa le tasche di ristoranti, paninoteche e locali notturni, dall’altra impone una severa riflessione: fino a quando Firenze riuscirà a sostenere questo fiume incessante di turisti? A Venezia il tappo è già saltato. Il reportage di Gian Antonio Stella, pubblicato ieri dal Corriere della Sera , racconta di come la città lagunare sia ormai fuori controllo per l’eccessivo numero di turisti, sempre più irrispettosi: chi si tuffa nei canali e chi campeggia nei campielli. Un caos che ha scatenato la rivolta contro i turisti dei residenti, arrivati ad affiggere cartelli contro i visitatori, rappresentati con la faccia da maiale.

A Firenze non siamo ancora arrivati a questo punto, ma i campanelli di allarme stanno suonando da tempo. In questa pagina raccontiamo l’assalto ai marciapiedi dei mangia-panini, le pigne del Ponte Santa Trinita diventate un pub a cielo aperto, il sagrato della basilica di Santo Spirito usato come letto, rifiuti abbandonati ovunque. Sono tutte violenze causate dal turismo mordi e fuggi, che è quasi sempre di bassa qualità.

Servono regole chiare e controlli per farle rispettare. Ma bisogna fare presto, per scongiurare rivolte dei residenti stile Venezia.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news