LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Affitti troppo alti. Chiudono molti negozi storici
Lilli Garrone
Corriere della Sera - Roma 23/8/2016

Antiche botteghe, addio. Chiusure a raffica, a causa dell’affitto diventato insostenibile, per molti esercizi caratteristici e di pregio del centro storico: dalla passamaneria al ciabattino, fino al negozio di piante e fiori in via Arenula.

Due vetrine con scritto «affittasi» nella centralissima via del Gambero ed una in via del Babuino. Ha chiuso la più antica bustaia di Roma, «Treppiedi» in via del Teatro Valle. In via dei Prefetti, dove sono andate perdute due librerie, fra le quali il famoso spazio «Fandango», sta portando via proprio in queste ore gli ultimi articoli rimasti la storica bottega di passamaneria Crucianelli, una sorta di magazzino delle meraviglie per chi ancora le amava.

E da pochi giorni ha chiuso un’antica attività di piante e fiori, l’ultimo piccolo «vivaio» in centro: «Formiche verdi» in via Arenula. Il rinnovo dell’affitto è troppo oneroso, si parla di oltre 6.000 euro al mese. «Non ce lo potevamo proprio permettere - afferma Filippo Antonio Greco, il titolare - adesso stiamo cercando in zona qualcosa di meno oneroso. Per il momento teniamo le piante in un vivaio. Purtroppo nella nostra situazione oggi in centro ci sono moltissimi negozi». Per lo stesso motivo rischia di chiudere, perché il rinnovo è troppo caro, anche l’ultimo ciabattino: l’antica bottega di sandali in via della Torretta dove lavora, benché quasi novantenne, il signor Messina con la moglie.

«La scomparsa di questi negozi ed in particolare quello di piante e fiori è una ferita profonda in questa parte di città che già si chiede allarmata cosa arriverà in uno spazio così grande - afferma Viviana Piccirilli Di Capua, dell’Associazione abitanti centro storico - in via Arenula la romanità della vita abitativa e commerciale di vicinato è presa d’assalto da interessi che non incrociano più i bisogni della vita quotidiana. Una banca è diventata un minimarket che di mini ha solo il nome. Nessuno - conclude - si impone per fermare norme e leggi sbagliate, non in grado di tutelare questo patrimonio Unesco, che diventa solo un “mordi e fuggi” per i turisti».

Ma il presidente dei commercianti del centro storico della Confcommercio David Sermoneta spiega: «È anche giusto che il proprietario delle mura richieda quello che può chiedere. Il problema del commercio non sono gli affitti che rincarano ma il potere di acquisto che non c’è più. Semplicemente non ci sono più i clienti, è questo il vero nodo. Se si vogliono proteggere queste attività bisogna trovare nuove forme di tutela più efficaci e certo non ha aiutato portare da 50 a 70 anni il riconoscimento di “bottega storica”».

E quali possono essere queste tutele? Per Giovanna Marchese Bellaroto, presidente della Cna commercio, «le istituzioni dovrebbero incentivare i proprietari delle mura con una tassazione che possa favorirli nel mantenere l’inquilino precedente o un negozio di vicinato. Se il volto del commercio romano cambia è anche colpa degli affitti troppo alti: quando scade un contratto in qualsiasi parte di Roma i negozi non hanno nessuna possibilità o capacità di trattare un affitto migliore. Senza incentivi per i proprietari è chiaro che si preferisce il primo che si presenta con il danaro contante in mano e che spesso non rappresenta le attività imprenditoriali sane».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news