LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, tramonta la "Villette": per la scuola marescialli si pensa al "future center"
di MASSIMO VANNI
23 agosto 2016 la repubblica

Dopo un anno passato a riflettere sul maxi museo della scienza, adesso Nardella cambia il progetto

Scuola dei carabinieri, Palazzo Vecchio cambia tutto. Niente più museo della scienza modello Villette parigina di fronte alla stazione di Santa Maria Novella. Dopo un anno trascorso a rimuginare sulla proposta lanciata un anno fa e a un mese dall'inaugurazione della scuola di Castello fissata per il 21 settembre con il premier Renzi, il sindaco Dario Nardella cambia strada: "Abbiamo registrato una difficoltà da parte dei singoli musei all'idea di dover lasciare la sede e il progetto costa troppo", spiega. Dunque?

I carabinieri si apprestano a lasciare l'ex convento entro Natale. Anche se resterà un "presidio di sicurezza" a servizio della zona della stazione: "Puntiamo non su un museo tradizionale fatto di teche ma su un luogo rivolto alla ricerca del futuro scientifico-tecnologico, dedicato alla divulgazione e alla formazione ", dice Nardella. E se i contenuti sono ancora imprecisati il nome quello no, c'è già: "Future center", lo chiama Nardella. Per evocare un centro dove l'esposizione diventa immateriale, grazie al digitale e alla tecnologia virtuale. Ma non si sovrappone al progetto dell'Ente Cassa di Risparmio, intenzionato a trasformare la caserma Cavalli in un centro per il digitale e le nuove tecnologie?

"Quel progetto è rivolto alle imprese, noi stiamo parlando di un luogo divulgativo aperto a tutti, di un museo innovativo. Non ci sarà nessun doppione con l'Ente Cassa", assicura Nardella. Del resto, aggiunge, "Firenze ha solo luoghi rivolti al passato ma ha bisogno anche di un luogo che parli di futuro. In fondo non è un'idea lontana da quella da cui eravamo partiti, dalla Villette parigina, solo che questa sarà una sorta di Villette 3.0". Sogni in libertà? "Non proprio. Un mese fa ho accompagnato a vedere l'immobile il fondatore di Amazon Jeff Bezos e anche i vertici dell'Ibm Italia l'hanno visto. Abbiamo già deciso di applicare il modello della caserma Gonzaga. Il che significa che a settembre lanceremo un avviso per avere studi di fattibilità e propo- ste economiche", annuncia il sindaco. Avvertendo che tutte le proposte progettuale dovranno avere un vincolo: "La destinazione è quella scientifico-tecnologica ", dice Nardella, che è anche assessore alla cultura.

In parallelo al bando, Palazzo Vecchio aprirà anche un percorso con il governo: "Perché questo progetto deve essere realizzato insieme allo Stato. E se Milano avrà il parco delle tecnologie nell'ex Expo, Firenze avrà un polo pubblico-privato nel campo delle nuove tecnologie". E sempre seguendo la traccia della caserma dei Lupi di Toscana, sempre a settembre, annuncia Nardella, si aprirà anche un percorso di partecipazione rivolto alla città "per raccogliere proposte, idee e valutazioni utili a sviluppare una vocazione scientifico-tecnologica".

Ma se questra strada si rivelerà percorribile ci vorrà comunque un bel po', visto che siamo appena all'idea progettuale e niente altro. E nel frattempo l'immobile resta chiuso e in stato d'abbandono com'è accaduto con San Firenze? "Assolutamente no, abbiamo pensato anche a questo: l'immobile della stazione ha un valore intrinseco e già a Natale, quando sarà completato il trasferimento della scuola, lo apriremo alle visite ", annuncia il sindaco. Anzi: "Lanceremo una grande campagna di promozione e tutti potranno vedere per la prima volta le sale affrescate e il chiostro più grande della città", aggiunge. Nell'attesa del futuro verrà utilizzato in via trasdizionale: "Lo inseriremo nel percorso museale e un'apposito comitato valuterà e prevederà eventi pubblici, anche espositivi ma sempre a carattere scientifico e tecnologico in modo da tenerlo sempre aperto".

Riuscirà Palazzo Vecchio laddove ha fallito con San Firenze?
"È una cosa diversa, l'immobile della stazione ha un valore di per sè. Mentre a San Firenze stiamo procedendo con il polo delle arti e dello spettacolo", sostiene il sindaco. E l'idea del museo della città avanzata dal presidente del Consiglio Eugenio Giani? "Non è escluso che possa esserci qualche richiamo alla storia della città, ma sempre in questa ottica di apertura alla tecnologia".



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news