LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei senza piano d’emergenza. Il sindaco: «Ho ereditato i ritardi»
Roberto Russo
Corriere del Mezzogiorno 28/8/2016

In Campania sono oltre cento i Comuni che devono ancora approvarli

NAPOLI. No, proprio Pompei no. Almeno nella città incenerita dalla furia del Vesuvio, nel 79 dopo Cristo, uno si aspetterebbe che il Piano di emergenza comunale (Pec) fosse pronto chissà da quanto tempo. E invece no. Non esiste, non ancora. Eppure al mondo non c’è luogo simbolico comparabile a Pompei per contemporanea bellezza e vulnerabilità. Qui dove le nubi ardenti del vulcano più temuto nell’ orbe terrarum seminarono morte e devastazione, 1937 anni dopo Plinio il Vecchio ci troviamo ancora ad attendere che il piano di tutela multirischio venga approvato dal consiglio comunale. Dovrà poi essere trasmesso alla Protezione civile regionale la quale, a sua volta, dovrà informarne il Dipartimento nazionale. Lo prescrive una legge: la n.100 del 2012.

A dire il vero, come ha scritto ieri il Corriere del Mezzogiorno, sono almeno altri cento i Comuni campani ancora inadempienti, quattro anni dopo l’entrata in vigore della norma. Molti si trovano in aree a elevato rischio idrogeologico. Ma il caso di Pompei lascerebbe di stucco anche il più disilluso dei burocrati.

Nando Uliano, da due anni sindaco democrat della città mariana, è un fiume in piena e non si nasconde dietro un dito: «È vero, il piano non c’è ancora — dice — certo, potrei chiamare in causa i miei predecessori perché avrebbero dovuto provvedere loro e non lasciarmi questa eredità. Ma non voglio lanciare accuse a nessuno, io sono uno scout, quindi preferisco lavorare più che polemizzare».

E dunque? «Proprio ieri mattina ho inviato una nota alla Regione e ho spiegato quello che stiamo facendo, perché certamente siamo in fase molto avanzata. Ho già detto ai miei assessori e ai funzionari che occorre lavorare senza risparmio per completare gli adempimenti. Non c’è un minuto da perdere. I tempi? A settembre approveremo il piano».

Uliano sottolinea come stia tentando di mettere «ordine, sicurezza e decoro» in una città dove per fortuna i turisti continuano a prendere d’assalto gli scavi, «solo ieri abbiamo avuto un centinaio di pullman di visitatori sbarcati da cinque navi da crociera». Il primo cittadino però si dice anche molto deluso dal suo partito: «Il Pd mi ha lasciato in prima linea a combattere con problemi enormi e quando ho bisogno di loro non mi appoggiano, al punto che sto pensando di lasciare perché a me sono i cittadini che mi conoscono e mi stimano».

In attesa di settembre restano sul tappeto i problemi della sicurezza e della prevenzione dei disastri. Proprio a causa dei ritardi di oltre cento Comuni, la Regione non ha ancora potuto trasmettere alla Protezione civile le informazioni richieste dalla legge. La Campania ha così collezionato un altro primato poco invidiabile: è l’unica regione a statuto ordinario a non aver ancora adempiuto.

Dall’ente di Santa Lucia sono partite già decine di lettere di sollecitazione ai Comuni che non hanno approvato gli attesi piani, altre ne partiranno a settembre. Il termine ultimo per mettersi in regola è il 31 marzo 2017. Entro quella data i Comuni che non avranno approvato gli strumenti di prevenzione e intervento dei rischi, dovranno rinunciare ai finanziamenti: 14 milioni di fondi europei stanziati dall’ex assessore regionale alla Protezione civile Edoardo Cosenza.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news