LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Trinità dei Monti, riapre la scalinata. La festa (con concerto) il 21 settembre
Lilli Garrone
Corriere della Sera - Roma 30/8/2016

Il cantiere del restauro della scalinata di Trinità dei Monti sta per terminare. Il 21 settembre è prevista l’inaugurazione ufficiale con tanto di concerto diretto da Antonio Pappano e i fuochi d’artificio. L’intervento era iniziato quasi un anno fa - il 7 ottobre del 2015 - e a finanziarlo era stato il «Mecenate» la maison Bulgari. Costo, un milione e mezzo di euro. I commercianti della zona però guardano alla riapertura con timore e speranza: non vogliono veder tornare abusivi e bivacchi. Dal leader di via Condotti, Battistoni arriva persino la provocazione: una cancellata di notte. La necessità della tutela è condivisa: «Va protetta, è un’opera d’arte, magari servirà un presidio delle forze dell’ordine», concorda la presidente del centro storico, Sabrina Alfonsi.

Ci siamo. Il cantiere del restauro della scalinata di Trinità dei Monti sta per terminare: il 20 settembre è prevista la fine dei lavori e il 21 settembre l’inaugurazione ufficiale con tanto di concerto serale diretto da Antonio Pappano e fuochi d’artificio. Ma fin da adesso, attraverso le grandi vetrate che delimitano l’area di intervento, si ammira lo splendore e il chiarore del travertino ripulito. I lavori erano iniziati quasi un anno fa, il 7 ottobre del 2015: a finanziarli, da vero Mecenate, la maison Bulgari con un milione e mezzo di euro. Dovevano terminare a primavera 2016, poi a giugno. A luglio un’interruzione con minaccia di sciopero delle maestranze perché non erano pagate dalla società appaltatrice. Risolta la questione si è lavorato anche d’ agosto per arrivare all’ apertura il primo giorno d’autunno.

I famosi negozi della zona guardano però alla data con speranza e timore: temono la ripresa di bivacchi, l’aumento di abusivismo commerciale. E arriva immediata la provocazione del leader di via Condotti Gianni Battistoni: «So che la cosa è molto severa, ma l’idea di una cancellata notturna non mi dispiace per nulla. Di notte si chiudono i musei, e anche la scalinata è un’opera d’arte. Per di più le persone dovrebbero transitare, non sostare». David Sermoneta, presidente del Centro Storico di Confcommercio: «Mi auguro che questo investimento di Bulgari venga tutelato nel modo giusto. E che ci sia la volontà politica di ridare dignità a piazza di Spagna. Adesso la scalinata ha bisogno di essere vigilata e protetta - aggiunge - perché è stata per anni luogo di degrado: di notte era pericoloso anche passeggiare lungo la gradinata. Mi auguro quindi che non ridiventi luogo di bivacco e territorio esclusivo dei venditori abusivi».

«Il mio desiderio era che i lavori non finissero mai - aggiunge Gianni Battistoni - perché è stato il solo momento in cui attraverso le vetrate l’abbiamo potuta ammirare integra. E questo solo grazie a Bulgari».

Ringrazia per il finanziamento anche la presidente del Centro Storico Sabrina Alfonsi, e già pensa alla tutela: «È uno dei maggiori monumenti barocchi, per questo penso a cartelli che spieghino la sua importanza e quindi il perché di forti divieti: deve essere fruibile ma con massimo rispetto e attenzione. Con l’accordo delle sovrintendenze - aggiunge - esporrei piante e fiori non solo a primavera ma durante tutto l’anno: un arricchimento che può proteggerla. E infine in un rapporto pubblico-privato è bene arrivare a un controllo fisso, magari con le Associazioni di Carabinieri o Vigili in pensione come ai Fori».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news