LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CONCORSO - 500 MIBACT. Ventimila precari al concorso, con un unico pensiero: tentiamo
di SILVIA TROVATO
29 agosto 2016 IL TIRRENO


Nel Belpaese al terzo posto per la disoccupazione giovanile tra i paesi Ocse, faticoso districarsi tra i concetti di lavoro e occupazione, e se un giorno appare la notizia di un concorso pubblico, uno di quelli che garantisce la condizione del tempo indeterminato, non puoi fare a meno di pensare: "Tento". Tentiamo perch non possiamo fare altrimenti, cosa potrebbe esserci di peggio della disoccupazione, o della frammentazione nei lavori precari multipli che accumuliamo nelle nostre vite, diventando sempre meno giovani? Tentiamo. quello che mi sono detta anch'io quando ho saputo del concorso per i 500 funzionari del Mibact, il Ministero dei beni culturali. Una selezione per bibliotecari, archivisti, architetti, storici dell'arte, archeologi, funzionari della comunicazione, restauratori, antropologi e demoetnoantropologi. Saremo circa in 20.000 a passare la prima selezione e a imbarcarci nella pre-selezione a crocette, necessaria per fronteggiare dei numeri cos elevati. I quesiti riguarderanno il diritto pubblico, il diritto amministrativo e quello dei beni culturali, l'inglese e nozioni generali sul patrimonio artistico italiano. I quesiti della pre-selezione saranno, come scopriremo, identici per tutte le tipologie di professionalit ricercate. In 20.000 partiamo da tutta Italia, da tutta Europa, tornano anche i cervelli in fuga, cervelli boomerang, tanti mai avevano partecipato in vita loro a un concorso. Io partecipo come tanti altri, prendo il treno dalla stazione del mio paese della costa tirrenica, Vada, scendo a Roma Ostiense, devo fare un cambio, per arrivare nella zona periferica della Nuova Fiera di Roma che conterr questa grande, elefantiaca, pre-selezione. A Roma Ostiense incontro Mara, passeremo la giornata insieme, conosceremo tante persone, tante storie delocalizzate, un po' amare, un po' grottesche, un po' beffarde. La Nuova Fiera di Roma ci accoglie con una grande distesa di cemento a picco sotto il sole agostano. Qualche alberello secco fa un po' di ombra, per fortuna nelle vicinanze c' un bar con l'aria condizionata che soffia. Iniziamo a riempire i prati secchi e gialli su cui siamo seduti nell'attesa, ci guardiamo tutti con il solito sguardo che dice "Tento". Succede in queste esperienze di massa che si abbattano dei filtri, allora nemmeno ci si presenta ma si entra subito in una profondit dolorosa e ironica, sempre sospesi tra due mondi del sentire, uno che accusa aguzzo la realt in cui precipitato, l'altro che cerca di difendersi con l'ironia. Mara viene da Napoli e ci raccontiamo nei dettagli le reciproche vite sconnesse, eppure sorridiamo, ci stiamo simpatiche. Mara vive a Londra da due anni e adesso lavora per Ryanair. In Italia ha cercato di entrare nella vita universitaria, voleva fare ricerca, per qualche anno ha lavorato come assistente sempre nell'attesa di qualcosa, nell'attesa che la vita potesse cominciare, che i tasselli andassero al loro posto. Un giorno ha detto basta: "Non possibile mettere in pausa la mia vita adulta. Io voglio vivere". Mara venuta apposta da Londra, prevalentemente per curiosit, per vedere "come funziona", anche se super titolata e avrebbe potuto affrontare tranquillamente, in un Paese diverso, la carriera universitaria. Giulia invece un architetto torinese, trasferita a Barcellona, dove ha aperto un agriturismo culturale. Elena arrivata dalla Sardegna, in un percorso di traghetti, treni, hotel: "Il voucher di un mese finito tutto qui". E cos via, siamo in tanti, siamo veramente tantissimi, entriamo nel capannone e sembra una fabbrica cinese. Intorno a noi, vediamo qualcuno che ha stampato le banche dati dei quesiti, 4600 quesiti a crocette, e ripete a memoria le risposte, come un mantra. Noi ci guardiamo ormai certi del nostro destino. Ci facciamo domande, ce ne continueremo a fare fuori, tornati a Roma Termini: "In quale anno il cardinale Bernardino Spada pag 400 scudi a Giovan Francesco Barbieri detto il Guercino per il dipinto "La morte di Didone?". Nei mesi precedenti alcuni dei vertici dirigenziali del Consiglio superiore dei beni culturali hanno dato le dimissioni in segno di protesta, numerose associazioni professionali sono insorte puntando il dito contro i criteri della selezione e sono state attivate delle procedure di ricorso. Alla Nuova Fiera di Roma durante la pre-selezione l'organizzazione efficientissima, il capannone ha l'aria condizionata, c' una nursery per chi ne avesse bisogno, degli stewart ci incanalano nelle file, silenziosi. Con un solo colpo d'occhio impossibile contenere tutta la prospettiva dati i numeri dei partecipanti, io mi giro verso Mara seduta accanto a me e le dico: "Mara. Cinque posti in Toscana", lei ride.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news