LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TERAMO - I lavori per i danni del 2009 mai partiti in 5 scuole superiori
di Dino Venturoni
29 agosto 2016 IL CENTRO

TERAMO La Provincia dovrà correre contro il tempo per sistemare prima della riapertura delle scuole le parti dell'Iti Alessandrini e dell'Itcp Pascal lesionate dal terremoto di Amatrice. Lo farà utilizzando la formula della somma urgenza, che permette di bypassare le normali procedure degli appalti. Nel frattempo, altre cinque scuole superiori del Teramano attendono ancora lavori di messa in sicurezza antisismica a seguito di danni riportati nel terremoto del 2009. Allargando il campo, ci sono quasi sette milioni di euro da spendere per la messa in sicurezza di dieci scuole superiori teramane, ma i lavori sono in corso solo in due scuole su dieci per un totale di 450mila euro. Per le altre o si è in fase di gara, o c'è la progettazione esecutiva, o (ed è la maggior parte dei casi) si è in attesa del via libera al progetto definitivo. È un fatto emblematico di quanto il sistema non funzioni. È la dimostrazione plastica che, quando si segue l'iter normale (e per normale intendiamo previsto dalle norme), i tempi si allungano al punto che si viene addirittura scavalcati dal successivo terremoto. Il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, dice: «L'amministrazione provinciale dell'epoca chiese molti più soldi al governo per la riparazione dei danni del terremoto, sono arrivati circa cinque milioni destinati ad altrettante scuole. Gli interventi più consistenti riguardano l'Itc Rosa e il liceo Peano di Nereto, rispettivamente 1,3 e un milione, il liceo classico Delfico di Teramo (1,1) e l'Itc Comi di Teramo (1,2). Per queste quattro scuole sono stati approvati i progetti preliminari, per l'Itc Rosa anche l'esecutivo che è in fase di validazione per il successivo invio all'Ufficio speciale della ricostruzione; negli altri tre casi attendiamo che Genio civile e, nel caso di Delfico e Comi, Sovrintendenza ai beni culturali approvino i progetti definitivi. La quinta scuola finanziata con i fondi post-sisma è l'Ipsia Marino, qui la gara (da 125mila euro) è stata espletata». Per le altre cinque scuole gli interventi di messa in sicurezza antisismica sono stati finanziati diversamente. Fondi Cipe del 2012 hanno permesso l'avvio di lavori su elementi non strutturali al classico Delfico (250mila euro) e al classico Saffo di Roseto (200mila). Allo scientifico Einstein di Teramo si è in fase di gara per lavori da 150mila euro, per l'Iti di Giulianova è stato approvato il progetto esecutivo da 750mila euro (fondi regionali), all'Ipsaa Rozzi c'è un progetto preliminare da 600mila euro (fondi Miur). «Abbiamo chiesto altri soldi alla Regione, 2,5 milioni per il classico di Teramo e 900mila euro per l'Ipsia di Atri, ma purtroppo i progetti sono lontani nella graduatoria», dice ancora Di Sabatino. Perché si va così piano? Il presidente la vede così: «Per quanto riguarda i miei uffici sto dicendo da mesi che dobbiamo correre di più e in effetti adesso stiamo correndo, l'ufficio edilizia scolastica è davvero sotto pressione. Quanto agli altri enti coinvolti in queste procedure, non voglio accusare nessuno. Penso però che le procedure siano troppo lunghe, c'è obiettivamente un ritardo nella spesa della ricostruzione che riguarda tutti. E dico che tutte le amministrazioni dovrebbero mettere come priorità la messa in sicurezza degli edifici pubblici».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news