LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Nell’ex stazione ippica di Latisana un museo friulano (dopo 9 anni di lavori)
di Paola Mauro
02 ottobre 2016 IL MESSAGGERO VENETO


Al termine l’intervento di ristrutturazione. L’edificio sarà destinato a uno spazio culturale



LATISANA. Dopo nove anni di cantiere, si avvia al termine la ristrutturazione dell’ex stazione ippica. Destinazione d’uso: museo della cultura friulana.

Quando mancano pochi mesi alla conclusione dell’intervento di recupero dell’edificio, risalente all’inizio del secolo scorso e utilizzato come stazione di monta per le razze da tiro e poi per i cavalli da corsa, anche in collaborazione con l’Istituto di incremento ippico di Ferrara, non cambia la destinazione d’uso, vincolata dalla normativa regionale sulla base della quale è stata concessa una parte dei fondi utilizzati per il recupero, che non permette, per cinque anni dalla data del collaudo, alcuna modifica. In caso contrario il Comune si vedrà obbligato a restituire i fondi ottenuti.

Una delle soluzioni percorribili potrebbe essere quella di adibire a museo della cultura friulana una sola parte dell0edificio, tenendo a disposizione per altri fini le restanti sale.

Un progetto costato nel complesso oltre 1 milione e 200 mila euro, per recuperare 270 metri quadrati disposti su due piani: quattro salette al piano terra, per complessivi 115 metri quadrati e una sala al primo piano di 140 metri quadrati. Il tutto sotto l’occhio vigile della Soprintendenza per i beni architettonici per il paesaggio e per il patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico del Friuli Venezia Giulia, che ha previsto per il recupero alcuni vincoli, come la conservazione del prospetto principale e anche dei serramenti, sottoposti a un processo di recupero.

Dal primo finanziamento ottenuto nel 2007 i lavori sono cominciati nel 2009 e sono proseguiti fino al 2012, quando, in attesa di completare la fase progettuale e di appalto per il secondo lotto di intervento, l’introduzione del patto di stabilità ha costretto l’amministrazione comunale a un rinvio, non solo per tutto il 2013, ma anche per il 2014. Solo a ottobre 2015 è stato possibile programmare l’avvio del secondo intervento con alcuni lavori complementari di ristrutturazione e restauro.

Il vincolo della destinazione d’uso a museo è arrivato solo con l’avvio del secondo lotto di intervento, perché il primo stralcio prevedeva il recupero dell’ex stazione ippica «da destinarne alle associazioni operanti nel territorio comunale», come si legge negli atti di allora e rientrava in un più ampio finanziamento di oltre 36 milioni di euro messo a disposizione dalla Regione per il recupero di castelli ed edifici di rilevante valore storico.

L’ultima fase di intervento avviata lo scorso novembre, prevede
il completamento del primo piano (isolamenti, impiantistica, rivestimenti, finiture), la realizzazione di due corpi scala (di cui uno di emergenza), l’installazione dell’ascensore esterno e il completamento dei marciapiedi che circondano il fabbricato.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news