LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CIVIDALE «Servono collaborazione e un vero progetto per il centro storico»
03 ottobre 2016 IL MESSAGGERO VENETO





Chiedono politiche mirate, i commercianti cividalesi. Caldeggiano iniziative finalizzate al rilancio di «un centro storico da "reparto di rianimazione", perché abbandonato a se stesso» e non limitate «agli eventi enogastronomici o pseudo-culturali della domenica» che – dicono i diretti interessati – giovano sì a bar e ristoranti, ma ben poco ai negozi cittadini. Il presidente della Confcommercio mandamentale Maurizio Temporini sintetizza così la visione della categoria sulle attuali condizioni dell'economia locale. «Servirebbe – afferma – un'attenzione specifica e puntuale nei confronti del commercio. C'è l'esigenza di una programmazione forte, decisa e di prospettiva, per sanare le pesanti criticità che si riscontrano nel cuore dell'abitato. Le difficoltà esistono, e sono grosse: purtroppo c'è la tendenza a mascherarle dietro il dato dell'alto incremento di visitatori registrato negli ultimi tempi». Crescita innegabile, certo, ma non salvifica, evidentemente, per le piccole realtà imprenditoriali del nucleo urbano. «Abbiamo assistito – ricorda Temporini – al proliferare di proposte commerciali esterne, nell'immediata periferia. Adesso, se si vuole salvare il centro, l'approccio va modificato: è imperativa una maggiore collaborazione fra commercianti e Comune, all'insegna di una condivisione di obiettivi e progetti». Un intervento che la categoria non giudica affatto impegnativo – e sul quale, non per nulla, insiste ormai da anni – è, per esempio, la sospensione del pagamento del ticket per la sosta nelle aree blu nei festivi e nella pausa pranzo, «per avvicinare le persone, senza oneri, alle attività commerciali». Certamente più complicato, ma non per questo da non affrontare, è invece il discorso ricettività: va obbligatoriamente aumentata, sostengono gli imprenditori, sottolineando che «Cividale deve ambire a diventare base di partenza turistica, in Friuli Venezia Giulia, non solo meta giornaliera di presenze mordi e fuggi». Il mondo della cultura Decisamente più soddisfatte del rapporto instauratosi con il Comune sono le due realtà museali cittadine, il Museo archeologico nazionale e il Museo cristiano e del tesoro del Duomo. «I contatti si sono via via consolidati – commenta la direttrice del Man, Angela Borzacconi – , perché c'è ormai la consapevolezza che i vari attori della scena cividalese devono agire in stretta sinergia, per perseguire l'obiettivo di una piena valorizzazione dei tesori locali. La nostra struttura sta assistendo, dal 2013, a una costante crescita d'afflusso: nel 2015 abbiamo totalizzato 28 mila presenze annue e per il 2016 contiamo di arrivare a 30 mila». Un problema, però, c'è – rimarca la direttrice del Mucris, Elisa Morandini – e consiste nel fatto che «il biglietto unico non riesce a decollare». «Questione di orari di apertura dei singoli siti – spiega – , che andrebbero coordinati meglio: quelli del tempietto, in particolare, dovrebbero essere più ampi». (lu.av.)



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news