LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'AQUILA - Palazzo Margherita, il cantiere non parte e il Comune attacca
di Monica Pelliccione
03 ottobre 2016 IL CENTRO



Palazzo Margherita tornerà ad essere la sede di rappresentanza del Comune, ma solo in fase transitoria. Ad annunciarlo è l'assessore alla ricostruzione, Pietro Di Stefano che rimarca la necessità di «arrivare alla realizzazione di una sede unica per tutti gli uffici comunali nell'x autoparco, vicino alla stazione». Ma i tempi di realizzazione saranno lunghi. Non meno di 8- 10 anni. Nel frattempo, gli uffici comunali verranno ospitati in centro storico, a palazzo Margherita e nell'edificio di via Sassa, entrambi ancora da ristrutturare.

L'AQUILA «Tre mesi di attesa sono davvero troppi. Abbiamo depositato il progetto al Genio civile il 18 luglio scorso e ancora non riceviamo alcuna risposta, nonostante una lettera di sollecito inviata a settembre, in cui il Comune chiedeva di chiudere velocemente la pratica». Si dice indignato l'assessore alla ricostruzione, Pietro Di Stefano, per la piega che sta prendendo la vicenda di palazzo Margherita, ex sede del Municipio. Di Stefano denuncia «la lentezza elefantiaca dell'ufficio del Genio civile, dove la pratica è bloccata da tempo». «Un fatto gravissimo», lo definisce l'assessore, che contava di fissare entro settembre il taglio del nastro del cantiere. Ma bisognerà attenderà ancora. «Il nullaosta della Soprintendenza unica è arrivato dopo una revisione del progetto esecutivo sulla base del passaggio dei sottoservizi, che ha comportato un riposizionamento degli ancoraggi a terra dell'edificio, ma a mancare, adesso, è il parere del Genio civile», chiarisce Di Stefano. Così, la posa della prima pietra, prevista inizialmente a giugno scorso e slittata a settembre, subirà un ulteriore ritardo. Di Stefano non ci sta e sottolinea «l'importanza della ristrutturazione di un edificio simbolo della città, che rappresenta un segnale di speranza e di rinascita. Dopo tutte le modifiche del caso, dovute al passaggio dei sottoservizi, il progetto esecutivo ha ottenuto l'ok della Soprintendenza ed è stato trasferito a luglio scorso al Genio civile, che avrebbe dovuto licenziare subito la pratica», afferma Di Stefano, «da tre mesi il Comune attende il parere favorevole, propedeutico all'apertura del cantiere. Un ritardo inaccettabile, se si considera che palazzo Margherita è un edificio pubblico di enorme importanza. Inoltre, la documentazione allegata al progetto è completa, non manca nulla anche sulla parte strutturale, più volte revisionata». Un "pasticcio", quello del blocco del progetto nei cassetti del Genio civile, che sta mettendo in difficoltà l'amministrazione comunale, anche nei confronti di Federcasse Bcc che, dopo il sisma del 2009, ha raccolto 5 milioni di euro per la ristrutturazione dell'ex sede municipale. Di questi, un milione e mezzo è stato donato dalla Banca di Credito cooperativo di Roma. «Stiamo facendo una magra figura nei confronti della Bcc Roma, che ha sostenuto l'iniziativa», evidenzia Di Stefano, «i ritardi accumulati dal Genio civile sono l'esempio lampante di come le cose non funzionano nel nostro Paese». I lavori di ristrutturazione di palazzo Margherita, per un valore complessivo di 11,7 milioni di euro, verranno eseguiti dalla ditta campana Samoa restauri, che si è aggiudicata l'appalto con un ribasso del 26 per cento. «Entro ottobre il cantiere deve essere aperto», incalza Di Stefano, «non possiamo aspettare ancora». Nella storica sede municipale torneranno gli uffici di rappresentanza del sindaco, della giunta e del consiglio comunale, attualmente dislocati a palazzo Fibbioni. Altri uffici tecnici e amministrativi saranno ospitati nella sede comunale di via Sassa, la cui gara per l'affidamento dei lavori è stata espletata.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news