LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

CELANO Decide la Soprintendenza: via Gualchiera resta com’è
04 ottobre 2016 IL CENTRO





La rotatoria di via Gualchiera non si farà, almeno per ora. Lo comunica il sindaco Settimio Santilli, che manifesta disappunto e amarezza all'indomani della ricezione della comunicazione della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggi dell'Abruzzo con la quale si informa dell'avvio del procedimento di dichiarazione dell'interesse culturale dell'immobile denominato Cartiera Feudale, appunto in località Gualchiera. «Con tanto rammarico», precisa, «dobbiamo constatare che la prevista riqualificazione di via Gualchiera rimarrà per il momento nel cassetto. Il sogno di rendere una parte della città più moderna, funzionale e vivibile svanisce a causa dell'ostracismo di coloro che, abilmente mimetizzati tra gruppi o associazioni, anziché prodigarsi per il bene comune, hanno solo strumentalizzato la vicenda per non meglio definiti e chiari obiettivi o interessi partitici. Un ritornello già sentito in passato, un no disfattista a prescindere, senza il supporto di una valida e praticabile soluzione alternativa e senza soprattutto buon senso ed obiettività». «Il mio primo commento», aggiunge il sindaco, «amaro nei toni e duro nei contenuti non è dovuto ad una personale presa di posizione, condivisibile o meno. Al contrario penso di interpretare il sentimento di coloro i quali, fortunatamente la stragrande maggioranza in città, avevano accolto con un certo favore il progetto di riqualificare l'intera area, migliorandone la viabilità, il decoro e la qualità della vita dei residenti. Coloro che si sono opposti al programma di recupero non hanno fatto del male al sindaco o all'attuale amministrazione, ma all'intera collettività celanese. Fossero stati alimentati dall'obiettivo di migliorare la città preservandone la memoria, avrebbero come minimo richiesto un confronto sul progetto per discuterne anche i valori storici e laddove possibile conservarli o riportarli alla luce. Invece, si è preferito strumentalmente concedersi all'ennesimo esposto al fine solamente di allungare per l'ennesima volta il brodo con il forte rischio che questa volta il brodo non si cuocia più. O peggio che la situazione possa degenerare vista la condizione di rischio e pericolosità della struttura. A questo punto dovrebbe essere premura degli uffici competenti attivarsi per la messa in sicurezza dell'area e, perché no, attendere finalmente che i lungimiranti tecnici, che tanto si sono prodigati per non far rivalutare la zona, presentassero una proposta progettuale valida ed alternativa». Il progetto per rivitalizzare via Gualchiera era di ampio respiro, in vista anche della utilizzazione a breve della nuova scuola nell'area dell'ex Bonaldi. Si sarebbe realizzato un anello stradale «che avrebbe risolto e migliorato di gran lunga il flusso veicolare che già attualmente, a causa della strada stretta ed angusta, rende problematico il normale transito automobilistico. Oggi mi preme sottolineare con vigore come si stia perdendo una buona occasione per ammodernare il tessuto urbano, pur rispettandone le connotazioni storiche ed artistiche. Dopo anni ed un lungo lavoro costante e paziente, durante i quali sono stati innumerevoli gli incontri con i proprietari dei "ruderi" pericolosamente in bilico nella zona, si era arrivati ad una definizione della complessa questione soddisfacente per tutti. A lavori ultimati Celano avrebbe avuto una porta d'ingresso alla città più moderna, più bella e più funzionale». Per il momento il piano di recupero di via Gualchiera subisce uno stop. «Posso assicurare tuttavia», conclude Santilli, «che mi adopererò con la stessa tenacia e pazienza del passato per trovare possibili forme alternative e risolutive. Nessuno intende mettere in dubbio la storicità del luogo, ma oggi il manufatto rappresenta un pericolo per la circolazione pedonale e veicolare. Chiederò alla Soprintendenza, insieme ai privati possessori, di intervenire con un adeguato restauro sfruttando i contributi economici che la stessa comunicazione pervenuta dichiara che ci sono. Ovviamente produrrò un atto amministrativo e una diffida con i quali imporrò i tempi di intervento e nella quale si faranno i debiti distinguo che, in caso di potenziali vicissitudini riconducibili alla pericolosità degli stessi manufatti, ci possano essere responsabilità imputabili e riconducibili a chi, come è noto, voleva intervenire per il recupero dell'area».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news