LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FERRARA-Palazzo Massari sarà pronto nel 2020, il restauro dopo il sisma
Gian Pietro Zerbini
www.lanuovaferrara.gelocal.it, 07/10/2016

Sono iniziati i lavori di ristrutturazione del grande complesso museale Il primo lotto dei lavori per 2,5 milioni si concluderà nel gennaio 2018



È il restauro più complesso delle opere comunali danneggiate dal terremoto del 2012. Palazzo Massari è da quella tragica notte del 20 maggio inagibile e ha dovuto spogliarsi dei suoi tesori. Il palazzo cinquecentesco con l’annessa palazzina dei Cavalieri di Malta di due secoli più giovane hanno ospitato per quasi quarant’anni il quartiere generale la Gallerie civiche di Arte Moderna e i tre musei Boldini, De Pissi e dell’Ottocento.

Dopo un lunga procedura tecnica per definire, il progetto, ottenere il via libera dall’autorità regionale, indire la gara d’appalto, finalmente questa settimana sono iniziati i lavori per la ristrutturazione di Palazzo Massari.

Durata cantiere. Da lunedì 3 ottobre sono iniziati i lavori di cantieramento epr il restauro di Palazzo Massari. In base ai tempi tecnici previsti la consegna dell’opera finita sarà il 17 gennaio. Ci sono quindi poco meno di 16 mesi di tempo per concludere il complesso restauro.

Costi dell'intervento. L'importo dei lavori appaltati è di 1.610.663,26 euro. Il finanziamento è a carico del Commissario Delegato per il recupero delle Opere Pubbliche e dei Beni Culturali danneggiati dal Sisma 2012 per un importo di 790.917,63 euro e dalle assicurazioni stipulate dal Comune per un importo di € 819.745,63. Il costo totale dell'intervento è di 2.504.557,11 euro.

Impresa aggiudicatarice dei lavori. L'Emiliana Restauri Soc. Coop di Ozzano Emilia (Bologna) si è aggiudicata i lavori con un ribasso del 18,01% ma soprattutto proponendo in sede di gara una serie di “migliorie” e di integrazioni al progetto messo a base di gara, frutto della loro esperienza e conoscenza specifica delle lavorazioni da eseguire. Come ha ricordato l’ingegner Luca Capozzi, responsabile del procedimento in fase di progettazione sono state circa 800 le ditte interessate al progetto di ricostruire il massari e che hanno effettuato dei sopralluoghi e 40 hanno partecipato alla gara d’appalto, che oltre al prezzo ha avuto nove criteri di valutazione. L’azienda vincitrice dell’appalto ha proposto delle lavorazioni aggiuntive che vanno dalle verifica strutturale, alla compatibilità chimico-fisica delle malte e delle calci idrauliche usate per il restauro, prevista anche la pulizia dei soffitti dipinti e restauro delle componenti di arredo di pregio me altre migliorie.

Il lavoro primario. Il primo lotto dei lavori riguarderà soprattutto il consolidamento della struttura che ricordiamo è ancora inagibile. Servirà, come ha precisato l’architetto Raffaella Vitale, responsabile unico del procedimento in fase di esecuzione, che sarà necessario rifare anche le coperture e risistemare la facciata esterna dei due palazzi collegati. Un lavoro complesso anche perché le lesioni riscontrate sono parecchie e in questi mesi di forzato abbandona, il palazzo ha registrato nuovi crolli dovuti alla precaria situazione di certi soffitti. Nei pavimenti sono stati fatti anche dei rilievi per stabilire la consistenza statica. I sacchi di cemento, comunque sono già in cortile. Segno che il cantiere è partito.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news