LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. «Valle Giulia, scalinata da restaurare»
Flavia Fiorentino
Corriere della Sera - Roma 11/10/2016

Franceschini in visita alla Galleria nazionale: «Chiediamo al Comune di affidarla a noi»

Appena uscito dalla «Gn» (Galleria nazionale) di viale delle Belle Arti, fresca di restyling , vedersi di fronte lo stato di abbandono in cui versa la scalinata di Villa Borghese, al ministro per i Beni culturali Dario Franceschini deve esser sembrato ancora più sgradevole. «Chiedetene la gestione al Comune - ha detto a Cristiana Collu, direttrice del museo - è assurdo che quella della Galleria sia bellissima e la rampa di fronte nel degrado».

Appena uscito dalla «Gn» (Galleria nazionale) di viale delle Belle Arti, fresca di restyling con allestimenti e percorsi innovativi, vedersi di fronte la sporcizia, la rovina, lo stato di abbandono in cui versa la scalinata di Villa Borghese, al ministro per i Beni culturali Dario Franceschini deve esser sembrato ancora più sgradevole. Al punto di volerla in qualche modo recuperare e proteggere più da vicino. «Dovreste chiedere al Comune la gestione anche di quella - ha commentato il responsabile del Collegio Romano rivolgendosi a Cristiana Collu, direttrice del museo di Arte moderna e contemporanea (di competenza statale) - è assurdo che la scalinata della Galleria nazionale sia bellissima e invece la rampa dall’altra parte, quella di Villa Borghese, proprio di fronte al museo, giaccia nel degrado più completo». Soltanto uno tra i tanti aspetti che caratterizzano l’ormai storica trascuratezza di Valle Giulia, denunciata proprio qualche giorno fa da Giuseppe Pullara sul Corriere : «Marmi divelti e mancanti, intonaci sfarinati, asfalti sventrati, erbacce, rifiuti». Un altro ex prestigioso luogo della capitale, tra i Parioli e il Flaminio, che attende da anni un intervento di riqualificazione e che oggi, al calar del sole, diventa teatro di «prostituzione sotto le stelle».

Oltre dieci anni fa era stato studiato da Campidoglio e università «La Sapienza», un piano per trasformare l’area in una «Valle della Cultura» dove già sorgono nove Accademie straniere, il museo Etrusco, una facoltà di Architettura e alcune ambasciate. Ma il disinteresse ha prevalso in tutte le amministrazioni, da Alemanno fino a Marino e del progetto, che avrebbe dovuto celebrare nel 2011 il centenario dell'Expo di Roma, con cui la capitale festeggiò il mezzo secolo dell’Unità d’Italia, non se n’è fatto più nulla.

Ieri il ministro Franceschini ha lanciato una provocazione: «Se le amministrazioni locali non sono in grado di far fronte alla cura dei nostri monumenti, se ne faccia carico qualche istituzione statale». Ma il dibattito è aperto: di fronte alle polemiche per l’immediato ritorno di bivacchi e pic nic dopo il restauro, a fine settembre, della Scalinata di Trinità dei Monti finanziato dalla maison Bulgari, il soprintendente per l’Area Archeologica di Roma, Francesco Prosperetti era stato chiaro: «Non ci sono più soldi, la “manutenzione” dei monumenti è qualcosa che le pubbliche amministrazioni non possono più permettersi. Ma questo non vuol dire abbassare la guardia. Immagino un ruolo di “sussidiarietà” da parte della società civile». Su questa linea anche l’assessore capitolino alla Cultura Luca Bergamo: «La governance partecipata del Patrimonio artistico è una direzione indicata anche dall’Unione europea — precisa — ma ancora non abbiamo un quadro normativo di supporto. Per quanto riguarda il degrado, si tratta del controllo sociale del territorio, un problema che riguarda tutte le aree metropolitane, noi come Parigi».

E sempre Prosperetti, per «liberare» dall’inferriata, l’Arco di Costantino, sta anche valutando di avvalersi dell’esercito in funzione «anti-vandali» come già avviene nell’area del Colosseo. Alcuni commercianti del centro,invece, per proteggere la Scalinata di piazza di Spagna hanno proposto un «biglietto d’ingresso», dal costo anche simbolico, e comunque, «se cancellate non se ne possono mettere, almeno multe salatissime».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news