LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

GNAM - La Galleria che mixa il tempo dell'arte
FRANCESCA GIULIANI
11 ottobre 2016 LA REPUBBLICA



Da oggi nel museo di viale delle Belle arti nuovo allestimento: 500 opere di 170 artisti. Nella sala dell'Ercole e Lica di Canova esposti i lavori di Pascali e Penone Con i fondi del ministero al via anche la ristrutturazione dell'ala Cosenza



COSA potranno dirsi l'Ercole e Lica di Canova e la Spoglia d'oro su spine d'acacia di Penone, guardando il Mare di Pino Pascali? Quali pensieri potranno sollecitare le loro distanze (estetiche, formali, cronologiche) e la contiguità forzata in una stessa, enorme sala espositiva? Può essere stato un interrogativo così, volutamente senza risposta se non quella libera di ciascuno messo di fronte al "fatto compiuto", a sollecitare la creatività (intuito artistico, e forse poetico) di Cristiana Collu che vara una monumentale ristrutturazione della Galleria nazionale di viale delle Belle arti: 500 opere esposte, 170 artisti, 40 sale espositive divise in 4 settori, 20 mila metri quadrati di pareti imbiancate. Il museo, che per oltre un secolo si è chiamato Galleria nazionale d'Arte moderna ora cambia anche nome, dice chiaro il ministro Franceschini «così smetteremo tutti di chiamarla Gnam». E dunque cosa resta di quel museo dall'allestimento storiografico tanto meticolosamente perseguito dalle precedenti signore (da Palma Bucarelli a Maria Vittoria Marini Clarelli passando per Sandra Pinto) che l'hanno diretto? Non molto, perché da oggi al 15 febbraio 2018 la Galleria nazionale ospita "Time is out of joint", citazione shakespeariana (quasi) intraducibile che fa riferimento a un tempo scardinato, che «sonda l'elasticità del concetto stesso di tempo, un tempo non lineare, ma stratificato che va ricomposto. E non ha nulla a che vedere con il disordine ma si appella a qualcosa d'altro che viene prima delle regole». Cristiana Collu è una delle direttrici di musei di "nomina" franceschiniana (arrivano anche i dieci mancanti; 442 le candidature; saranno operativi a inizio 2017), scelta con la mission di revivificare un museo che, pur nella sua perfezione museografica, rischiava di risultare noioso, didascalico, perdeva visitatori, rischiava marginalità. Nella mostra-riallestimento: tante opere sono state riportate nei depositi ma gli highlights ci sono tutti. I Van Gogh, i Segantini, i Ceroli, i Warhol, i Cézanne ma soprattutto i Burri accostati "a corto circuito" direbbe Achille Bonito Oliva, per aree tematiche, dalla Guerra alle Rovine alle Migrazioni.

L'allestimento alleggerisce gli spazi, lasciando fluire la luce, liberando un chiarore che mette in evidenza le strutture dell'edificio originario del Bazzani datato 1911. Dall'ufficio del ministro Franceschini ricordano che presto riprendono i lavori (i fondi ci sono) per il padiglione Cosenza chiuso dalla fine degli anni Settanta, destinato a spazio multimediale. E davvero non è la noia il rischio che corre Time is out of joint, lo spaesamento è costante: Boldini e Braque, Cézanne e Chia, Duchamp e Fattori, Fontana e Gemito, Sartorio e Schifano... Spiega Collu: «Time is out of joint mette in campo una eterodossia, una disobbedienza, una sovversione così naturale che si potrebbe definire con Jabès "uno dei momenti privilegiati in cui si ristabilisce il nostro equilibrio precario" e si configura un incipit». Il museo diventa curatoriale, concettuale, temporaneo e, per ennesimo contrasto, gli si affianca il gioco pop di Paco Cao che invita al Beauty Contest: scelta del più bel ritratto in Galleria, da votare online.





news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news