LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TERAMO - Corso, lo stop è finito Partito lo smontaggio dei reperti romani
Gennaro Della Monica
16 ottobre 2016 IL CENTRO





Sono iniziate ieri mattina le operazioni di smontaggio di due tratti dell'acquedotto romano scoperto durante gli scavi nella parte centrale di corso San Giorgio. L'intervento, avviato dal Comune in adempimento delle prescrizioni dettate dalla commissione che fa capo al segretariato regionale del ministero dei Beni culturali, risulta particolarmente delicato e per attuarlo è stato necessario formare un team specializzato. Ne fanno parte un paio di tecnici qualificati per questo tipo di lavori del Consorzio stabile di Tottea, una delle due imprese che si sono aggiudicate l'appalto della riqualificazione del corso, un archeologo e una restauratrice incaricati dalla Soprintendenza. A loro spetterà il compito di prelevare dal terreno i due elementi, di circa un metro di lunghezza ciascuno, che andranno analizzati, catalogati e posizionati in un museo come traccia, a disposizione del pubblico, dell'antica Interamnia. «Ci auguriamo e siamo convinti che entro lunedì quest'intervento verrà ultimato», sottolinea l'assessore ai lavori pubblici Franco Fracassa, «in modo da poter riprendere subito dopo l'attività di cantiere prevista». Rimossi i due tratti di acquedotto, dunque, si procederà con il posizionamento delle nuove condotte sotterranee, la chiusura degli scavi con l'allestimento del massetto e la rimozione delle transenne che da quattro mesi occupano la zona davanti alla sede della Tercas. Il fatto che il Consorzio stabile di Tottea abbia competenze e professionalità adatte a certi interventi ha evitato ulteriori lungaggini e ritardi, per cui il Comune continua a puntare su fine novembre come termine per liberare il corso dalle barriere e allentare la tensione con i commercianti protagonisti della clamorosa protesta partita dieci giorni fa. Ieri alle 13 il libraio Antonio Topitti, paladino della battaglia dei negozianti, ha rimosso il presidio di protesta allestito il 5 ottobre scorso. L'auspicata riaccelerazione dell'intervento sarà sostenuta dalla decisione di portare avanti i lavori su due fronti. Mentre nella zona davanti alla Tercas si preleveranno i reperti da tenere in esposizione, nella parte a ridosso dell'incrocio con piazza Garibaldi le imprese appaltatrici procederanno con gli interventi ordinari di copertura degli scavi e allestimento del massetto su cui poggerà la nuova pavimentazione in granito



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news