LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Emergenza graffiti la Soprintendenza: "I rimedi fai-da-te peggiori del male"
ELEONORA CAPELLI
18 ottobre 2016 la Repubblica



«L'unico rimedio per i graffiti è la prevenzione, si tratta di un tema essenzialmente di ordine pubblico. Perché tutte le puliture fatte a posteriori, se eseguite in modo estemporaneo, sono rimedi peggiori del male e poi perché si crea l'effetto lavagna. Cioè io pulisco le scritte in un modo o nell'altro e poi qualcuno ci riscrive subito sopra. Se quel muro è già stato imbrattato, probabilmente lo sarà ancora ». Il soprintendente Luigi Malnati, curriculum da archeologo di lunga esperienza oggi alla guida dell'istituzione che si occupa anche di architettura e paesaggio nella riforma voluta dal ministro Dario Franceschini, guarda all'eterna lotta sui graffiti sostenendo che l'unico rimedio vero è la protezione dei monumenti dagli "scarabocchi". Anche perché i protocolli stipulati in città hanno vita breve. L'accordo stipulato dal Comune con Hera per la pulizia delle tag, che prevedeva che la multiutility fornisse ai volontari il materiale per pulire e le istruzioni da seguire secondo le indicazioni della Soprintendenza, è saltato. Hera non provvede più alla pulitura dei graffiti e ora tocca ai volontari: secondo quanto riferito dall'assessore Riccardo Malagoli sono 300 i bolognesi che nell'ultimo anno hanno pulito 20mila metri quadri di città e non si sono fermati nelle ultime ore, con i muri della città invasi dalla scritta "No Renzi".

Ma l'effetto "patchwork" incombe, oltre al fatto che muri cancellati e riscritti più volte in effetti sembrano sempre più spesso una lavagna. L'esempio del portico dello stadio è eloquente. «A posteriori ogni intervento è complicato e inutile - dice Malnati - non è neanche detto che gli interventi di pulitura siano sempre positivi, perché ci riscrivono sopra all'infinito. L'unico modo per rimediare davvero al problema è proteggere gli edifici che hanno un valore storico e artistico e i monumenti. Questo si fa con un controllo che attiene all'ordine pubblico e con un'operazione culturale dai tempi più lunghi, ma più incisiva. Abbiamo un codice dei beni culturali, proteggerli e tutelarli è il primo obiettivo, ripristinarli è sempre complicato». L'atteggiamento da evitare, per Malnati, è quello di rispondere in modo generalizzato. «Anche in centro, gli edifici sono di diversi tipi - spiega il soprintendente - e non c'è un solo tipo di graffito, visto che con questo genere si esercitano anche gli artisti contemporanei».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news