LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quadri contesi tra Prato e Vicenza, si apre uno spiraglio
di Paolo Nencioni
18 ottobre 2016 IL TIRRENO




La Fondazione e il sindaco Biffoni hanno scritto al nuovo presidente di BpVi Gianni Mion che sembra possibilista sul rientro delle opere in città



PRATO. Si apre uno spiraglio nella vicenda dei quadri contesi tra Prato e Vicenza, le opere della Cassa di risparmio di Prato un tempo custodite nella Galleria degli Alberti in via della Rinaldesca e da anni spostate a Vicenza, dopo l’incorporazione di CariPrato da parte della Banca popolare di Vicenza. Fabia Romagnoli, presidente della Fondazione CariPrato, ha convocato nel pomeriggio di oggi, 18 ottobre, una conferenza stampa a margine dell’assemblea dei soci, al Museo Pecci, per rendere noto che lo scorso 4 ottobre è stata inviata una lettera firmata dalla stessa Romagnoli e dal sindaco Matteo Biffoni all’indirizzo di Gianni Mion, presidente di BpVi, nella quale si chiede che la collezione delle opere torni a Prato. Tra queste ci sono il Crocifisso con cimitero ebraico di Giovanni Bellini, la Madonna col bambino di Filippo Lippi e la Coronazione di spine del Caravaggio.

La risposta di Mion è arrivata lunedì e sembra lasciare più di una speranza ai pratesi. Mion è cosciente che la banca deve in qualche modo essere sensibile alle esigenze del territorio e si dice disponibile ad avviare un “dialogo sereno” con le comunità per contemperare le esigenze di queste ultime con gli interessi dell’istituto di credito. Presto verrà fissato un incontro per arrivare possibilmente a un accordo. Nessuno mette in discussione la proprietà dei quadri, che sono di BpVi, ora controllata dal Fondo Atlante: si vuole soltanto riportarli a Prato, dove la Fondazione si fa garante di renderli visibili alla cittadinanza.

Ma la stessa Fondazione lavora anche su un altro fronte, quello della Soprintendenza ai beni artistici. La presidente Romagnoli ha spiegato che l’opera di sensibilizzazione verso
la Soprintendenza potrebbe fruttare entro la fine del mese un vincolo. In altre parole la Soprintendenza potrebbe decidere che le opere devono stare nella Galleria degli Alberti o comunque nella provincia di Prato. A questo punto anche la Banca di Vicenza dovrebbe adeguarsi alla decisione.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news