LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MODENA - Aree militari, dall’esercito alla città
di Saverio Cioce
12 ottobre 2016 LA GAZZETTA DI MODENA



Quelle aree, le caserme dove sono passate decine di migliaia di soldati di leva e militari dell'esercito, non sono più strategiche e quindi possono entrare nella disponibilità della città che le ospita. È questa la scelta di fondo che sta dietro la cessione di due edifici e delle aree vicine che ieri, con il protocollo firmato dal ministro Pinotti in Accademia, sono usciti dalla disponibilità del Ministero della Difesa per passare sotto quello dell'Agenzia del Demanio che provvederà a venderle. «Per me è un motivo d'orgoglio - ha commentato il ministro Pinotti - poter essere qui. Sono arrivata da Bruxelles dove abbiamo tenuto un incontro con Germania e Spagna per potenziare la collaborazione e la formazione delle forze armate, a cominciare dai giovani ufficiali. Questa cessione che realizziamo a Modena, che si aggiunge alle 650 già realizzate in tutta Italia da quando sono diventata ministro e per questo devo ringraziare la task force che mi ha affiancato in questi anni». La trattativa è stata riservata, anzi riservatissima. Le entrate, per decine di milioni di euro, serviranno per mettere a posto le caserme ancora in attività dell'Esercito e della scuola ufficiali, lasciando al Comune il 15% di ciò che verrà incassato. La caserma dell'ex Ottavo Campale in via Emilia Ovest 197, a poche centinaia di metri dalla Ghirlandina, è stata ceduta. Tecnicamente, dismessa. Cioè non è più una struttura militare nonostante per un secolo e più sia stata una scuola e una sede per mezzi, armi e automezzi. Tra l'altro quel Reggimento di artiglieria pesante campale è stato sciolto e non esiste neanche più. La struttura che è arrivata a ospitare 800 militari in servizio permanente effettivo oggi ospita solo 150 uomini in divisa, in prevalenza militari che lavorano in Accademia o in strutture collegate. Per loro si aprono le porte di altre collocazioni nelle caserme che restano o resteranno in attività. C'è ad esempio la "Setti" che ospitava il deposito dell'Aeronautica in via Saliceto Panaro, e ancora la Fabrizi e la Montecuccoli oltre alla stessa Accademia. «Sarà un impegno enorme per realizzare qualcosa che sarà utile a tutta la città - ha commentato Muzzarelli - Sarà indetto un concorso di idee a livello internazionale prima di portare in consiglio per il voto le modifiche urbanistiche. Quanto alla scelta fatta credo che riconfermi il legame tra la città e l'Accademia, come testimoniato anche dalla cerimonia pubblica dell'alzabandiera che teniamo in piazza Grande ogni mese». A parte l'edificio storico su via Emilia, il più antico e vincolato dalla Soprintendenza, nei 181 mila metri quadrati dell'area, pari a 38 campi di calcio messi in fila su un rettangolo di terra, su cui ce ne sono quasi 26 mila coperti, con molti edifici che già costituiscono una cubatura pari a quella che potrebbe ospitare le volumetrie di un piccolo paese, se aggiungiamo anche i volumi che potrebbero essere costruiti. Al netto della crisi del mercato immobiliare è un pezzo di Modena che diventa disponibile per tutto, a due passi dal centro. Dipenderà da quanto sarà possibile costruire e con che tempi. Aspetti appena sfiorati dal responsabile dell'agenzia del Demanio, ing. Roberto Reggi, che ha rinviato al tavolo tecnico con il Comune la definizione dei parametri urbanistici. Discorso simile anche per l'ex Magazzino Foraggi in Santa Caterina, che ha una grande area verde a fianco.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news