LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ROMA-Gnam: "Qui sembra di stare alla Tate"
ARIANNA DI CORI
www.roma.repubblica.it, 20/10/2016

Fra i tanti visitatori della Galleria nazionale di viale delle Belle arti si accende il dibattito sul nuovo allestimento: "Non trovo più Balla". Ma anche: "È come se fosse sparita la polvere"



NEL bianco accecante della Galleria Nazionale, tra l'Ercole di Canova che si specchia nel mare di Pino Pascali e Burri in compagnia di Michetti, ha fatto la sua comparsa qualcosa di ancora più inconsueto dell'allestimento firmato Cristiana Collu: il dibattito.
Tutti discutono, scambiano opinioni, seduti sui divani all'ingresso o nelle lunghe peregrinazioni nel palazzo ottocentesco in viale delle Belle Arti, particolarmente gremito per un pomeriggio infrasettimanale.
"A leggere di tutte le polemiche, pensavamo a qualcosa di più sconvolgente - dicono Chiara e Margot, due studentesse di storia dell'arte, riferendosi alla bufera che l'altro ieri ha portato alle dimissioni di Jolanda Nigro Covre e Claudio Zambianchi, 2 su 4 dei membri del comitato scientifico del museo - se si abbandonano i preconcetti si scopre un mondo di suggestioni".

Quasi le interrompe Paola Torniai, docente di storia dell'arte in un liceo, dall'idea diametralmente opposta. "Per me è un allestimento pessimo - spiega l'insegnante - come si può pensare che le scolaresche comprendano tutto questo?". La professoressa supera rapidamente la sala di Canova e Pascali giungendo a quella dedicata ai paesaggi, dove Schifano convive con la natura rurale e le mucche di Segantini. Indica il sole nascente di Pellizza, posizionato all'angolo della sala. "E' del tutto sacrificato, quasi soffocato".

Stesso parere condiviso da altre sue colleghe, che ricordano quando il medesimo quadro spiccava come un raggio di luce dalle pareti, scure, degli anni passati. "Non è vero niente, è finalmente arioso - esclama con entusiasmo Valentino Matteis, giovane architetto romano - hanno tolto la polvere che si era depositata su questo luogo". Alcuni bambini scorrazzano incuriositi per le sale. "Sembra di essere alla Tate o al Guggenheim - dice Paul Toner, gallerista newyorkese, estasiato davanti ad alcuni schizzi di Modigliani - finalmente qui i giovani potranno abituarsi alla bellezza".

L'assenza di lunghe didascalie e cartelli, il percorso-non percorso voluto dalla Collu sembra spaventare in particolare la categoria degli insegnanti. Per tanti, invece, la commistione tra moderno e contemporaneo valorizza le opere e rende il tutto "meno noioso". All'uscita incontriamo nuovamente le due studentesse di storia dell'arte. "Sono sconvolta - dice Chiara - cercavo disperatamente un Balla che lo non trovo più!". Ma, le ricorda l'amica, questo è un allestimento temporaneo. "E' una bella mostra, che ci insegna ad apprezzare il cambiamento. Soprattutto in un luogo come questo".



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news