LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MILANO - Il Policlinico lancia il progetto di un museo di storia milanese
ALESSANDRA CORICA
17 NOVEMBRE 2016, LA REPUBBLICA






AL MOMENTO, sono nascosti e impolverati, lì al piano interrato, sotto gli uffici dell'ospedale. Libri che risalgono al Quattrocento, documenti databili fino al 1067, quadri e opere d'arte frutto di lasciti e donazioni. Un tesoro sconosciuto alla maggior parte dei milanesi, ma che a breve potrebbe diventare accessibile: succede al Policlinico, ospedale-proprietario, con in pancia case e terreni per oltre 800 milioni di euro. Nonché un tesoretto artistico e storico «che rappresenta non solo le radici dell'ospedale, ma di tutta la città — dice il presidente del Policlinico, il leghista Marco Giachetti —. Proprio per questo, vorremmo metterlo a disposizione di tutti, con la creazione di un museo dedicato alla storia di Milano». Di qui, l'appello a Regione e Comune, che sono tra i soci fondatori del Policlinico, per trovare i fondi: «Essendo un ospedale, per noi il "core business" sono la cura dei malati e la ricerca. Per questo, abbiamo bisogno di aiuto per quanto riguarda i finanziamenti per i beni culturali».

L'idea è emersa ieri, durante la presentazione della nuova biblioteca di Storia della medicina dell'ospedale: oltre 100mila volumi sistemati su tre chilometri di scaffali. La più grande d'Europa: un progetto voluto (e in parte finanziato di tasca propria, insieme con Fondazione Cariplo) dal predecessore di Giachetti, il ciellino Giancarlo Cesana. E che ora, nell'idea dei vertici del Policlinico, dovrebbe essere solo l'inizio: «Vorremmo realizzare un primo percorso museale da aprire a breve, e che comprenda, oltre la biblioteca, anche gli archivi, le teche con gli antichi strumenti chirurgici, la chiesa dell'Annunciata e la cripta dove sono stati rinvenuti i resti di oltre 500mila persone, morte durante la peste del Seicento — spiega Giachetti —. L'obiettivo finale sarebbe poi quello di trasformare, una volta completato il nuovo ospedale, l'edificio che oggi ospita gli uffici del Policlinico in un grande museo ». Di quattro piani e affacciato su via Sforza, alle spalle della Statale.

Il progetto (già previsto dall'accordo siglato per la costruzione del nuovo ospedale) è ambizioso. E costoso: almeno cinque milioni di euro, secondo le prime stime. Che dovrebbero diventare più precise entro fine anno, quando il team del Politecnico al quale l'ospedale ha affidato la realizzazione di uno studio di fattibilità, consegnerà la sua relazione. Con la spiegazione per ogni step — dalla messa in sicurezza dello stabile alle ristrutturazioni necessarie per trasformarlo da polo amministrativo in polo museale — dei costi di realizzazione del progetto. «L'idea è di avviare un fund raising e appellarci a istituzioni pubbliche e private, per raccogliere i finanziamenti necessari — dice Giachetti —. Abbiamo anche già presentato la nostra idea sia al Comune sia alla Regione: siamo in attesa di poter partire».




news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news