LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Ispica per vedere le grotte preistoriche le chiese rupestri e il tunnel nella roccia
ISABELLA DI BARTOLO
18 novembre 2016, LA REPUBBLICA






Una delle mete predilette dei viaggiatori che nel Settecento visitavano le vestigia più antiche d'Europa, si veste di nuovo. Il parco archeologico di Ispica, con le sue tracce millenarie e l'eco medievale dell'ultima città che qui prosperò, si proietta nel futuro valorizzando il luogo sospeso tra storia e natura. Il sito di parco Forza è oggi un'area turistica attrezzata che conserva il fascino di un paesaggio mozzafiato che l'uomo sin dall'antichità tentò di sfidare come mostra il tunnel scavato nel cuore della roccia ancora oggi chiamato "centoscale" con 285 possenti gradoni che giungevano dall'altura alla pianura: serviva per far sì che gli abitanti della cittadina attingessero l'acqua senza pericolo in caso di assedio: un'opera unica al mondo nel panorama delle escavazioni rupestri.

Il parco archeologico si erge a nord della cava di Ispica, tra gole a strapiombo e vegetazione rigogliosa, snodandosi tra i territori di Ispica, Modica e Rosolini. Custodisce i resti degli insediamenti dell'uomo sin dall'età preistorica e fino al medioevo ma, come raccontano i più anziani del luogo, le grotte della cava che costeggia l'area archeologica furono abitate negli anni successivi al Dopoguerra quando le cavità rupestri ospitavano famiglie trasformandosi in case di cui restano ancora oggi tracce ben visibili tra le necropoli di età preistorica.

Tra le tombe spicca quella di Baravitalla decorata da un prospetto con dieci lesene; mentre le abitudini dei vivi sono narrate tra i reperti in mostra nell'antiquarium dell'area archeologica. Le indagini più recenti degli archeologi hanno portato alla luce i resti della chiesa di San Pancrati, una delle più antiche chiese del comprensorio ibleo, risalente alla metà del VI secolo; così anche le suggestive chiese rupestri delle Grotte di Santa Maria e il complesso delle Grotte Cadute. Scenografico il "Castello": ardite escavazioni nella roccia articolate in ambienti comunicanti disposti su più piani .

L'area archeologica è aperta i giorni feriali, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news