LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Si riapre la trincea del Foro Italico "Ma sarà chiusa entro Natale"
SARA SCARAFIA
20 Novembre 2016 LA REPUBBLICA





Non ci voleva, non nei giorni caldi delle proteste contro le Ztl e dalle tensione alle stelle attorno ai cantieri-lumaca dell'anello ferroviario. Ma senza quel pezzo di tubo il nuovo collettore fognario non funzionerà e così le ruspe della Sikelia tornano di nuovo a scavare al Foro Italico. Una trincea di un mese, tra via Lincoln e le Mura delle Cattive, dove c'è già stata per colpa un pasticcio di preventivi fantasma e tempi mal calcolati. Il risultato è che da mercoledì la carreggiata lato mare sarà chiusa al traffico, mentre quella lato monte diventerà a doppio senso. Un nuovo restringimento nell'asse del mare, già martoriato dal maxi-cantiere dell'anello ferroviario che ha dimezzato il tratto di via Crispi davanti all'ingresso del porto. «Concluderemo prima di Natale», dice l'assessore alla Mobilità Giusto Catania. Il Comune attende il Tar sulla Ztl: la decisione è slittato al 6 dicembre, nel bel mezzo del doppio cantiere sul lungomare, perimetro della Zona a traffico limitato.

I NUOVI LAVORI

Ma perché servono nuovi lavori al Foro Italico? Perché un anno fa le ruspe portarono alla luce i resti di antiche mura della città e i lavori furono fermati dalla Soprintendenza che impose alla ditta di deviare il percorso della condotta fognaria per preservare le testimonianze storiche che comunque sono rimaste seppellite sottoterra. Un pezzo di tubo è stato deviato dunque lungo la carreggiata lato mare e doveva essere ricollegato al resto della condotta che continuava a correre lato monte: ma l'operazione non è stata fatta mentre le ruspe erano già all'opera. Il motivo? Per consentire il passaggio da una carreggiata all'altra ci si accorse che in questo tratto serviva l'intervento della Telecom che avrebbe dovuto spostare i cavi delle telecomunicazioni. Un preventivo ufficiale non è mai arrivato, ma pare che la spesa si aggirasse attorno 600 mila euro. Troppo per Comune e impresa che hanno infine deciso di abbandonare del tutto la tubazione lato monte e realizzarne una nuova lato mare spendendo, pare, tre volte meno. Ma di fatto riaprendo una strada sulla quale i lavori dovevano già essere terminati. Il collegamento verrà fatto più avanti, all'altezza di via Lincoln dove i cavi Telecom non ci sono più..

IL NODO AMARI

La Sikelia è subentrata alla Tecnis, con la quale era consorziata: la società, che sta realizzando l'anello ferroviario ed è in amministrazione straordinaria, già prima dell'arresto dei vertici lo scorso autunno, non aveva la forza economica necessaria per completare i lavori. Dopo il commissariamento la situazione non è migliorata: gli scavi del l'anello vanno a rilento. Da domani si apre la settimana decisiva per capire se le trincee su via Amari andranno avanti. Il Comune si è rifiutato di concedere il nuovo tratto, tra via Scordia e via Roma, se prima non ha assicurazioni da Rfi sull'accelerazione dei lavori. Ma facendolo ha disatteso l'accordo firmato in prefettura a settembre: la consegna era fissata a ottobre. E intanto va avanti la raccolta di firme di negozianti e residenti dell'associazione Amari Cantieri che chiedono sgravi retroattivi e contestano la proposta di Orlando di concedere esenzioni dal 2017: oggi saranno nell'isola pedonale di via Principe di Belmonte.

ATTESA ZTL

Due settimane ancora: il Tar ha deciso di far slittare al 6 dicembre la decisione sulla Ztl dopo il ricorso presentato da associazioni civiche e organizzazioni di categoria. La giunta, che sta valutando modifiche e aggiustamenti, attende però l'esito del tribunale prima di prendere una decisione. Intanto monta il malcontento: domani i negozianti di via Roma spegneranno le luci dalle 18,30 alle 19 per protesta.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news