LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Mausoleo di Augusto. Mancano le idee, non i soldi
Paolo Fallai
Corriere della Sera - Roma 22/11/2016

Abbiamo una colpa antica nei confronti di Augusto, il primo imperatore romano, e dell’imponente monumento funebre che volle costruirsi tra il campo Marzio e il Tevere nel 28 avanti Cristo, al ritorno dalla conquista dell’Egitto e della sconfitta inflitta a Marco Antonio. Nell’ultimo secolo questo straordinario protagonista della storia ha dovuto subire un doppio affronto, in qualche modo legato alla nostra patologia per gli anniversari. Nel 1938, bimillenario della sua nascita, l’irruente e vanagloriosa ignoranza fascista portò Mussolini allo sventramento del quartiere rinascimentale che circondava il mausoleo con la scomparsa di strade e palazzi liquidati come «umili e indegni» a vantaggio della costruzione di una piazza di rara tristezza iper razionalista che invece di esaltare il mausoleo (dove Mussolini sognava di essere sepolto) lo deprimeva in un senso complessivo di fredda estraneità. Chi direbbe oggi che il diametro del mausoleo supera con i suoi 87 metri quello di Adriano costruito a sua immagine e somiglianza e nucleo centrale di Castel Sant’Angelo? E chi ricorda più l’auditorium con una formidabile acustica che si trovava sopra il mausoleo e che ha ospitato i concerti dell’Accademia di Santa Cecilia? È difficile per noi immaginare l’imponenza di questo monumento funebre, sormontato dalla statua dell’imperatore, e che aveva di fronte alla scalinata d’ingresso due obelischi in granito che si trovano oggi uno nel quartiere Esquilino, dietro Santa Maria maggiore e l’altro nella piazza del Quirinale.
Gli sciagurati sventramenti del fascismo ci hanno impedito di immaginare il rapporto tra il mausoleo e il Tevere o di raffigurarci la sua presenza all’interno dei rigogliosi giardini voluti dall’imperatore. In compenso il progetto recente di risistemazione della piazza ha vissuto la vergogna del 19 agosto 2014 - bimillenario della morte - quando una apertura straordinaria del sito fini in una farsa perché lo scoppio di una tubatura ne provocò l’allagamento. Infinite volte questo giornale si è occupato delle tristi scuse con cui tutte le amministrazioni hanno accampato mancanza di fondi per nascondere mancanza di idee. E sempre il Corriere della Sera, con Sergio Rizzo, ha lanciato per primo l’allarme sui ritardi che rischiavano di veder svanire i 6 milioni di sponsorizzazione della Tim proprio per questi lavori. Adesso, forse, questo denaro è stato salvato. Il cantiere si è finalmente aperto, forse saranno utilizzati anche i fondi faticosamente messi a disposizione dallo Stato. È una buona notizia? Certamente. Possiamo stare tranquilli? Neanche un po’. La tomba del più grande imperatore romano è l’esempio del rapporto di indifferenza e incapacità con cui questa città gestisce i propri tesori. In un film di Roberto Rossellini del 1952, intitolato «Dov’è la libertà?», Totò interpreta un barbiere che esce dal carcere dopo aver scontato una lunga pena e non riconosce più Roma. Scusi, chiede a un signore incontrato vicino via del Corso, da queste parti è via delle Colonnette? Era, era-risponde l’interpellato-non c’è più niente, tutto buttato giù. Bombe? No, sventramento. Scusi signore l’Augusteo dov’era? Eccolo lì. Quello? Com’è ridotto male.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news