LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Sgarbi attacca il soprintendente. «L’arte in piazza non è affar suo»
Edoardo Semmola
Corriere fiorentino 26/11/2016

E al sindaco: il dialogo tra contemporaneo e Rinascimento? Solo una scusa per le vanità

«È un abuso di potere». Stoccata decisa, radicale, in puro stile Sgarbi. All’indirizzo di Andrea Pessina e in generale di «ogni volta che un sovrintendente mette bocca su ciò che non gli compete: le installazioni provvisorie». Si occupino «di proteggere muri, edifici, monumenti» arringa il critico d’arte. «Non le opere temporanee; non è il loro campo». Sgarbi è stato colto sul vivo nella querelle tra il sovrintendente Pessina e il sindaco Nardella dopo che il primo ha inviato a Palazzo Vecchio una lettera nella quale esprimeva «perplessità circa le installazioni di artisti contemporanei in vicinanza di monumenti, luoghi di cultura e di culto».

L’ha presa sul personale perché la lettera è arrivata subito dopo l’inaugurazione della Maestà Tradita di Gaetano Pesce in Santa Maria Novella, di cui Sgarbi è co-curatore. Anzi, per la precisione, la lettera non è giunta «dopo» ma «prima» dello svelamento della statua, come lo stesso polemista ed esperto d’arte chiarisce: «Sapevamo della contrarietà del sovrintendente rispetto all’installazione di Pesce prima dell’inaugurazione,per questo Nardella mi ha chiesto cosa si potesse fare per risolvere la situazione: gli ho suggerito di non fare assolutamente nulla perché avevo già chiamato personalmente il Ministero per i Beni Culturali spiegandogli delle intenzioni di Pessina, che secondo me la sua era un’ingerenza illecita. Il Ministero ha convenuto con me e l’ha fatto presente al sovrintendente». Intervento di Sgarbi che «non mi risulta» dice il sovrintendente Pessina. «Non mi sono opposto, ho solo chiesto che la statua venisse spostata di alcuni metri».

Ma l’appunto di Vittorio Sgarbi non si limita al caso Pesce dove è coinvolto direttamente come co-curatore dell’esposizione. Ci tiene a spiegare che il suo discorso vale in generale su tutto il fronte che in queste ore ha scoperchiato il vaso di Pandora dell’operazione «dialogo» promosso da Nardella. «Premesso che la storia di far dialogare l’arte contemporanea con quella rinascimentale è un vezzo di Nardella, non c’è nulla di reale: ai vari Koons, Fabre, Pesce, non interessa affatto “dialogare” con Donatello o Duccio da Boninsegna, a loro interessa esporre in centro a Firenze, è una questione di vanità d’artista» che ha trovato nella politica promossa da Nardella del confronto tra passato e presente «una buona scusa» per esprimersi. Premesso ciò, dunque, «arrabbiarsi perché un’installazione temporanea deturpa il panorama rinascimentale di piazza della Signoria è come arrabbiarsi perché c’è una macchina parcheggiata vicino a una statua. Non rimane mica parcheggiata per sempre. Se fossi stato in Nardella, al sovrintendente nemmeno gli avrei telefonato».

Ma la polemica non è affatto chiusa né legata a opere attualmente in mostra. Si è già aperta una nuova partita in vista del prossimo Pitti Immagine: «Dopo l’installazione sull’Arno dell’anno scorso — conclude Sgarbi — Andrea Panconesi di Luisa Via Roma ne ha in programma un’altra, sempre curata dall’architetto Claudio Nardi, questa volta al Forte di Belvedere, a gennaio: un “fagiolo” trasparente, una bolla, dove le persone potranno entrare, che dovrebbe rimanere esposto per circa una settimana. E anche in questo caso Pessina ha espresso perplessità e Panconesi ha chiesto il mio aiuto». Per il momento però — risponde Pessina che nega di avere particolari riserve sull’operazione — «non abbiamo ricevuto una richiesta ufficiale su cui pronunciarci». Ma «in linea di massima abbiamo dato un’autorizzazione positiva, in attesa però di valutare progetto e relazione tecnica. È vero, può risultare impattante sul panorama, ma si tratta di pochi giorni».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news