LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Nel laboratorio dei Navigli dove «resuscitano» libri antichi e pergamene
Marta Ghezzi
Corriere della Sera - Milano 28/11/2016

Butta lì il nome alla fine, con noncuranza, dopo aver citato una serie di clienti per cui ha lavorato: l’archivio provinciale di Bolzano, quello di Stato di Bergamo, le fondazioni Dalmine, Pirelli e Magneti Marelli, e ancora, qui in città, il Museo del Risorgimento, la Braidense e la Bertarelli. Poi, senza variare il tono di voce, Sonia Introzzi dice: «Ah già, c’è anche il Guggenheim». Guggenheim di Venezia? «No no, quello americano». Notando la meraviglia, aggiunge i dettagli. «Sono arrivati a me attraverso l’archivio del Futurismo, sempre mio cliente», racconta, «avevano un volume da rimettere a posto». Sorride, ed è subito chiaro che non è presunzione, il libro dell’importante istituzione non l’ha colpita. Del resto, fra le sue mani, in trenta anni di carriera sono passati dei capolavori, oggetti di ben altro valore rispetto a un tomo del Marinetti.

La signora ha un mestiere antico e in via d’estinzione: restaura la carta. Nel suo laboratorio Volumina, in un cortile di via Ascanio Sforza, la professionista riporta allo stato originale («restauro conservativo, senza alterazioni», anticipa) libri, pergamene, stampe e documenti. Riconosciuta dal Ministero dei Beni Culturali, è abilitata al lavoro con gli enti statali, forzieri di rarità inimmaginabili. Scuote la testa mentre racconta la crisi. «Oggi è difficile, i giovani sarebbero interessati all’attività, lo vedo perché seguo la formazione, ma l’ottanta per cento del patrimonio da recuperare è pubblico e mancano gli stanziamenti».

Le carte raccontano la storia. «Se c’è passione ci si commuove, a me succede ancora oggi, anche se poi il lavoro richiede freddezza», ammette. Di getto ricorda un’opera. «Un contratto di matrimonio d’epoca longobarda, dell’Archivio di Stato di Milano, se non erro il loro documento più antico. Una pergamena scritta in inchiostro color seppia, il padre che concede in sposa la figlia. Una meraviglia». Affiora un altro ricordo, «un contratto di lavoro, un appalto, firmato dal Bramante», e ancora, «un librino incunabolo del 1500, uno dei primi a stampa. Senza frontespizio ma conservato benissimo, con la coperta di cuoio incisa a secco e il fermaglio in ottone originale».

Il restauro consiste di varie fasi. «Il primo intervento, soprattutto se la carta è fragile e indebolita, si esegue con una pennellessa, con passaggi delicati». A volte, però, quando i danni del tempo, l’incuria umana, gli insetti o incendi, allagamenti, terremoti, hanno lasciato segni troppo evidenti, non è sufficiente. «Allora si passa ai solventi. E se non c’è via d’uscita, l’acqua». Attimo di stupore. Lei chiarisce: «Lavaggi rapidi, a 38 gradi».

Sonia Introzzi viaggia nel tempo ma nello studio sul Naviglio, arrivano anche richieste legate al quotidiano. «Una prima edizione di Diabolik, con una rottura sul dorso. Un proprietario così geloso che faceva fatica a separarsene», ricorda la restauratrice. «L’incarico più singolare, però, sono stati i contenitori per le mezzuzot, da inchiodare agli stipiti delle porte. Ho usato la pergamena».



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news