LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

LIDO - Residenze per anziani all’ex Ospedale
Enrico Tantucci
03 dicembre 2016 LA NUOVA VENEZIA


LIDO Da ospedale dei lidensi a complesso di residenze sanitarie assistite private di lusso per anziani gestite con criteri alberghieri. Sembra ormai questo il destino dell'ex Ospedale al Mare che si avvia nel frattempo a essere finalmente messo in sicurezza. I nuovi proprietari della Cassa Depositi e Prestiti stanno infatti concludendo il giro di orizzonte con imprenditori privati interessati ad entrare nell'operazione recupero e tutti hanno infatti proposto la soluzione della residenza sanitaria come la più idonea per il recupero dei padiglioni oggi fatiscenti dell'ex Ospedale al Mare. Entro il 2017 - secondo i tempi di Cassa Depositi - si dovrebbe arrivare alla progettazione dell'intervento e all'arrivo dei possibili investitori-gestori. Nel frattempo però si muove finalmente qualcosa per liberare l'area dal degrado. Cassa Depositi ha già presentato alla Soprintendenza veneziana - passo indispensabile perché l'area risulta vincolata - un progetto per il ripristino delle recinzioni nella parte del complesso in cui sono state aperte o divelte, rendendo così l'ex Ospedale al Mare anche un ricettacolo notturno di sbandati e tossicodipendenti. Entro l'anno dovrebbe arrivare il via libera all'intervento da parte dell'organismo di tutela e pertanto con l'inizio del 2017 la Prelios - la società incaricata da Cassa Depositi della gestione ordinaria del complesso - dovrebbe iniziare i lavori. In questo modo l'ex Ospedale al Mare dovrebbe essere interamente messo al sicuro in attesa che parta effettivamente l'operazione-recupero. Dovranno pertanto lasciare definitivamente l'area i giovani dell'Associazione Officina Teatro Marinoni che in questi anni di degrado hanno provato a mantenere vivo nell'ex teatrino un'attività di tipo socio culturale, facendo anche una sorta di presidio di esso. «Ben venga la messa in sicurezza dell'ex Ospedale al Mare e il ripristino delle recinzioni se questo può finalmente avviare il recupero dell'area» spiegano i rappresentanti dell'Associazione «Anzi ci auguriamo che venga finalmente ripristinato un servizio di guardianìa e vengano anche riaccese le luci all'interno del complesso. Proprio la mancanza di questi elementi negli ultimi quattro anni ha favorito il degrado sempre più accentuato dell'area e le presenze incontrollate all'interno. Noi da tempo abbiamo interrotto le nostre attività all'interno e ci limitiamo appunto a sporadici incontri o viste guidate all'interno. Speriamo di poter riprendere in futuro un'attività vera e propria negli spazi esterni al complesso». Tutti contenti, insomma, se finalmente dovesse partire, sia pure con almeno un altro anno d'attesa, l'effettivo recupero dell'area dell'ex Ospedale al Mare. La scelta delle residenze sanitarie assistite per anziani da realizzare, potrebbe inoltre integrarsi con l'attività del Distretto sanitario del Lido che mantiene ancora le sue attività in parte del complesso con laboratori e con la stessa piscina destinata al recupero fisioterapico all'interno del Monoblocco. Se ora riparte - sia pure faticosamente - anche il recupero di Excelsior e Des Bains con il nuovo gestore immobiliare Coima, qualche segnale su un riavvio del recupero urbanistico e turistico del Lido, comincia a intravedersi.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news