LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

FRANCIA-L'edificio più antico del mondo
Flaminia Giurato
Stampa, 09/12/2016

In Bretagna il Tumulo di Barnenez è il primo monumento megalitico di tutta Europa e il più antico del pianeta dopo un sito in Turchia.



Francia, stranezze e curiosità. Non si parla infatti solo di Parigi come una delle città più romantiche del mondo, dei Castelli della Loira, del glamour della Costa Azzurra o dei percorsi enoturistici tra i vigneti di Bordeaux, capitale mondiale del vino. A voler ricercare qualcosa di molto più particolare si arriva in Bretagna. La regione del nord ovest della Francia è un angolo proteso verso l’Oceano Atlantico e viene considerata da molti uno dei luoghi più romantici e suggestivi di tutto il paese. Tra le sue scogliere sferzate dal vento, i fari arroccati battuti dal mare in tempesta, i pittoreschi villaggi di pescatori, le leggendarie foreste, i castelli e le baie rocciose si nasconde anche un’attrazione davvero particolare.


E’ il Tumulo di Barnenez, il primo monumento megalitico di tutta Europa e, dopo il sito di Gobekli Tepe in Turchia che potrebbe avere anche 11 mila anni, è il più antico del mondo. Secondo la datazione al radiocarbonio, infatti, venne costruito a partire dal 4850 a. C., e vanta quindi oltre 6800 anni. Lungo 72 metri, largo 25 ed alto 8, include all’interno 11 camere. Si stima che il suo peso oscilli tra le 13 mila e le 14 mila tonnellate. Le 11 camere, disposte parallelamente le une alle altre, hanno ognuna un accesso diverso e sono costruite con grandi lastre di ardesia e granito. In più sezioni e passaggi sono stati rinvenuti dei simboli incisi, raffiguranti archi, asce, probabili serpente e un segno a forma di U ripetuto più volte. Sono stati ritrovati anche reperti in ceramica ad indicare che la costruzione venne riutilizzata anche durante l’Età del Bronzo, nel III millennio a.C.

Censito per la prima volta nel 1807 nel contesto di un catasto voluto da Napoleone, venne riconosciuto per la prima volta scientificamente durante un congresso accademico nel 1850, quando è stato classificato ufficialmente come tumulo. Fino al 1950 era di proprietà privata, utilizzato come una cava di pietre per pavimentazione. L’attività, però, minacciando di distruggere il monumento, è stata fermata e la comunità locale ha preso poi il controllo del sito. Il Tumulo di Barnenez domina il mare con la sua maestosa mole e, grazie alla sua cornice naturale, offre uno spettacolo davvero affascinante: senza il bisogno di essere esperti di architettura neolitica si rimane rapiti dal mausoleo più importante d’Europa che sembra toccare in un solo momento cielo e mare.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news