LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano, l’impegno artistico che fa del bene alla città
Bros e Sonda - G. Schiavi
Corriere della Sera - Milano 10/12/2016

Gentile Schiavi,

non abbiamo potuto far a meno di rispondere ai quesiti scritti nella Lettera di venerdì 2 dicembre: le cabine dell’A2A decorate da 150 urban artist sono un progetto riuscito grazie all’impegno degli autori che, spinti da un forte senso civico nei confronti della città di Milano, hanno voluto regalare le proprie opere andando ad autofinanziarsi il lavoro.

Il curatore del progetto Davide Atomo Tinelli è ben riuscito a far sposare la volontà di questi artisti con l’azienda proprietaria delle stesse cabine elettriche, la quale si è spesa per promuovere l’iniziativa.

È avvilente che per poche cabine deturpate i cittadini corrano subito a una soluzione che porta al privato (delle pubblicità sui pannelli imbrattati, ndr ). L’immagine commerciale porterebbe forse ad una garanzia di «pulito», ma a un impoverimento culturale che si riverserebbe nel contesto urbano e quindi pubblico.

Non ci poniamo la domanda su chi dovrebbe restaurare l’opera: l’azienda o l’autore già self-mader; ma siamo qui a dichiarare che andremo a nostre spese a restaurare il lavoro deturpato. Per donare a tutti ancora una volta una valida alternativa alla collettività, anche per gli scettici come il signor Walcott.
Bros e Sonda

Gentili Bros e Sonda,

innanzitutto grazie per il vostro impegno, che restituisce originalità a quei pannelli imbrattati. È importante che certe forme artistiche rimangano tali. Ed è bello che dopo tante polemiche e dibattiti, la street art di cui siete autorevoli esponenti abbia adeguata dignità a Milano. Certi segni creativi sono il segno del tempo, vedi Banksy a New York, e riescono a dare calore e anima a certi luoghi squallidi e anonimi della città. La differenza tra graffiti e vandalismi sta tutta qui. Ci sono segni che ingentiliscono un muro o una parete e ci sono scritte che imbrattano e basta, frutto di rabbia, stupidità e disprezzo di un bene pubblico o privato. Un muro vandalizzato è un’offesa alla città, a chi ci abita e anche un reato, troppo a lungo impunito. Non è una visione da benpensanti, questa. È amore per Milano, per chi ci vive e per chi ci arriva per lavoro o turismo. Il signor Walcott ha posto il tema e indicato due soluzioni: la prima, come la vostra; la seconda, con il ricorso a immagini da spot. È chiaro che preferiamo la prima, e dopo la vostra lettera ci piace ancora di più. Perché dimostra che l’irriverenza è anche impegno, che si può manifestare in un’opera da esporre in Expo (come ha fatto Bros) o nella gratuità di un gesto (come fate oggi).
G. Schiavi



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news