LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Riaperta la chiesa del ’700 dopo il rogo di settembre
di Erica Rizzetto
11 dicembre 2016 IL MESSAGGERO VENETO


Maniago, erano andati distrutti gli arredi, crollati gli intonaci ed esplose le vetrate. Si era pensato a un’origine dolosa, poi è emerso che si è trattato di un incidente

MANIAGO. Ha riaperto le porte ai fedeli la chiesa settecentesca della Madonna Immacolata, situata nel centro di Maniago, danneggiata da un incendio il primo settembre scorso.
Dopo poco più di tre mesi, quindi, sono stati riparati i danni che avevano interessato in particolare la cappella della Misericordia: le sedie e gli inginocchiatoi erano andati distrutti, le vetrate – sistemate nel 2015 – erano esplose, gli intonaci erano crollati.
L’incendio si era sviluppato la sera del primo settembre da un confessionale con il baldacchino ligneo. Il fuoco si era propagato, bruciando arredi e serramenti interni e intaccando la porta comunicante con la chiesetta settecentesca.
Anche la restante parte del luogo di culto, sebbene fosse stata preservata dalle fiamme, era stata danneggiata a causa del fumo che, intriso di polvere, si era depositato sulle pareti, sul soffitto, sugli altari, sul pavimento e aveva oscurato la tela di Gian Battista Mingardi.
I primi ad accorgersi di quanto stava accadendo, attorno alle 19, erano stati alcuni passanti che, notato il fumo, si erano precipitati nella macelleria Polesel (che si trova di fronte alla chiesa) per chiedere un estintore.
Il titolare dell’esercizio era così entrato in chiesa, identificando subito il luogo da cui le fiamme si stavano propagando: la porta sulla sinistra dell’altare e l’intonaco sovrastante erano avvolti dal fuoco.
Non riuscendo a spegnere il rogo con l’estintore e compresa la gravità della situazione, l’uomo era uscito dalla chiesetta, chiudendo dietro di sé la porta per evitare di alimentare d’ossigeno le fiamme. Nel frattempo, chi si trovava all’esterno aveva allertato i vigili del fuoco.
Nei giorni successivi, la chiesa era stata posta sotto sequestro e, in un primo momento, nel corso delle indagini era emersa l’ipotesi dell’atto vandalico.
Era stata seguita, così, la pista dell’incendio doloso: nei filmati delle telecamere di videosorveglianza era stata notata una persona allontanarsi dalla chiesa. Inoltre, nei giorni precedenti, ignoti avevano messo un pezzo di carta infuocato nella cassetta delle offerte.
Le indagini avevano, infine, portato a ipotizzare che all’origine del fatto ci fosse stato un errore umano e che l’incendio si fosse sviluppato da un lumino acceso, appoggiato sul confessionale, forse a causa di un colpo d’aria o una colata di cera.
La struttura, per il ripristino della quale si è dovuto attendere il responso della Soprintendenza regionale, è adesso tornata agibile.



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news