LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quelle colline teatro di battaglie della Resistenza
di Anna Cecchini
13 dicembre 2016 IL TIRRENO


Luppichini (Anpi) sul caso dello scheletro trovato nei boschi Edina Regoli: Suggestivo se i resti fossero della guerra


CASTELLINA. Ricordo che alcuni anni fa una famiglia tedesca venne in vacanza nella zona, dopo aver chiesto notizie allistituto storico per la Resistenza di scontri avvenuti tra Castellina e Chianni. Cercava un parente, forse il nonno, di cui si erano perse le tracce con la seconda guerra mondiale e che dalle ultime notizie poteva trovarsi su queste colline. I colli a cui si riferisce Giacomo Luppichini, esperto di storia moderna ed ex presidente dellAnpi locale, sono quelli dove nel pomeriggio di sabato 10 dicembre un gruppo di cacciatori ha trovato lo scheletro di un corpo umano. Un ritrovamento casuale, avvenuto durante una battuta di caccia.Il gruppo di amici, quasi tutti originari delle zone collinari, da alcune ore era nei boschi per una delle consuete battute di caccia. Dopo aver ferito un cinghiale, alcuni cacciatori hanno cominciato a seguirne le tracce. Durante le manovre per trasportarlo fuori dalla boscaglia, alcuni cacciatori hanno osservato il terreno circostante. E, in un fossato, hanno notato qualcosa di strano. Si sono avvicinati e, parzialmente coperte da foglie e terra, hanno notato alcune ossa.
I carabinieri di Chianni hanno sequestrato le parti dello scheletro e le hanno inviate allistituto di medicina legale di Pisa per le necessarie analisi. Da una prima analisi sembra comunque che le ossa, visto anche il grado di decadimento, possano avere almeno una cinquantina di anni. La prima ipotesi che lo scheletro possa risalire alla seconda Guerra mondiale o a conflitti legati allattivit dei partigiani. Nellarea boscosa - dice ancor Luppichini - effettivamente operava il distaccamento Sante Fantozzi, un partigiano caduto negli scontri che hanno preceduto la strage di Guardistallo. La formazione aveva un centinaio di componenti, ed era comandata da Sante Danesin, che aveva come vice Paolo Pannocchia, allora studente di chimica poi andato a Padova. Che i boschi tra Pomaia e Castellinba siano stati, durante la Resistenza, un presidio dei partigiani lo conferma anche Edina Regoli, direttrice del Museo archeologico di Rosignano. Anche nel volumetto La libert vicina al mare - dice Regoli - scritto da Fabio Incatasciato, a pagina 16 si legge che La Resistenza sceglie come suo rifugio naturale le colline boscose che da dietro Rosignano passano la via Emilia, raggiungono Castellina, degradano verso Riparbella. Assai probabile, quindi che i boschi sulle colline possano nascondere reperti di queste battaglie, forse anche qualche scheletro umano.
Nella formazione partigiana - termina Luppichini - cerano anche russi che erano stati catturati dai soldati tedeschi e poi avevano disertato e si erano uniti a chi combatteva la Resistenza. Nella guerra partigiana prigionieri se ne facevano pochi, diciamo che era una guerra sbrigativa. Non escluso che qualche corpo sia stato lasciato nei boschi e, magari per il fenomeno di dilavamento sia sceso in basso, magari proprio nel punto dove i cacciatori hanno ritrovato lo scheletro. Qualsiasi cosa sia successo - conferma Regoli - non avveniva che il cadavere venisse lasciato l, magari veniva sepolto alla meglio. Poi avr agito il dilavamento. Certo una suggestione forte che quei resti possano risalire al periodo della Resistenza.



news

06-12-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 6 DICEMBRE 2019

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

Archivio news