LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Quelle colline teatro di battaglie della Resistenza
di Anna Cecchini
13 dicembre 2016 IL TIRRENO


Luppichini (Anpi) sul caso dello scheletro trovato nei boschi Edina Regoli: Suggestivo se i resti fossero della guerra


CASTELLINA. Ricordo che alcuni anni fa una famiglia tedesca venne in vacanza nella zona, dopo aver chiesto notizie allistituto storico per la Resistenza di scontri avvenuti tra Castellina e Chianni. Cercava un parente, forse il nonno, di cui si erano perse le tracce con la seconda guerra mondiale e che dalle ultime notizie poteva trovarsi su queste colline. I colli a cui si riferisce Giacomo Luppichini, esperto di storia moderna ed ex presidente dellAnpi locale, sono quelli dove nel pomeriggio di sabato 10 dicembre un gruppo di cacciatori ha trovato lo scheletro di un corpo umano. Un ritrovamento casuale, avvenuto durante una battuta di caccia.Il gruppo di amici, quasi tutti originari delle zone collinari, da alcune ore era nei boschi per una delle consuete battute di caccia. Dopo aver ferito un cinghiale, alcuni cacciatori hanno cominciato a seguirne le tracce. Durante le manovre per trasportarlo fuori dalla boscaglia, alcuni cacciatori hanno osservato il terreno circostante. E, in un fossato, hanno notato qualcosa di strano. Si sono avvicinati e, parzialmente coperte da foglie e terra, hanno notato alcune ossa.
I carabinieri di Chianni hanno sequestrato le parti dello scheletro e le hanno inviate allistituto di medicina legale di Pisa per le necessarie analisi. Da una prima analisi sembra comunque che le ossa, visto anche il grado di decadimento, possano avere almeno una cinquantina di anni. La prima ipotesi che lo scheletro possa risalire alla seconda Guerra mondiale o a conflitti legati allattivit dei partigiani. Nellarea boscosa - dice ancor Luppichini - effettivamente operava il distaccamento Sante Fantozzi, un partigiano caduto negli scontri che hanno preceduto la strage di Guardistallo. La formazione aveva un centinaio di componenti, ed era comandata da Sante Danesin, che aveva come vice Paolo Pannocchia, allora studente di chimica poi andato a Padova. Che i boschi tra Pomaia e Castellinba siano stati, durante la Resistenza, un presidio dei partigiani lo conferma anche Edina Regoli, direttrice del Museo archeologico di Rosignano. Anche nel volumetto La libert vicina al mare - dice Regoli - scritto da Fabio Incatasciato, a pagina 16 si legge che La Resistenza sceglie come suo rifugio naturale le colline boscose che da dietro Rosignano passano la via Emilia, raggiungono Castellina, degradano verso Riparbella. Assai probabile, quindi che i boschi sulle colline possano nascondere reperti di queste battaglie, forse anche qualche scheletro umano.
Nella formazione partigiana - termina Luppichini - cerano anche russi che erano stati catturati dai soldati tedeschi e poi avevano disertato e si erano uniti a chi combatteva la Resistenza. Nella guerra partigiana prigionieri se ne facevano pochi, diciamo che era una guerra sbrigativa. Non escluso che qualche corpo sia stato lasciato nei boschi e, magari per il fenomeno di dilavamento sia sceso in basso, magari proprio nel punto dove i cacciatori hanno ritrovato lo scheletro. Qualsiasi cosa sia successo - conferma Regoli - non avveniva che il cadavere venisse lasciato l, magari veniva sepolto alla meglio. Poi avr agito il dilavamento. Certo una suggestione forte che quei resti possano risalire al periodo della Resistenza.



news

25-09-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 settembre 2020

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

27-07-2020
Il Consiglio Direttivo dell'Associazione Italiana di Studi Bizantini su Santa Sofia

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

Archivio news