LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

ORA SI INTERVENGA SUL LUNGOMARE
ALDO CAPASSO
14 dicembre 2016 la repubblica



COLGO l'occasione dell'installazione della torre Nalbero sulla Rotonda Diaz per riflettere, non solo sulla torre stessa, ma in generale sulle torri in città e sull'uso aggressivo dello spazio pubblico. Ho l'impressione che Nalbero, forse, sia solo un escamotage per realizzare un grande centro di ristorazione alla sua base, che rappresenta, a mio modesto parere, la parte più "impresentabile " della torre, assieme alla caotica area circostante. Certo è stata una furbata commerciale per ottenere l'approvazione, sia pure temporanea. Ma i ristoranti sul lungomare certamente non mancano, tantomeno le vedute di Napoli dall'alto. Tuttavia osservando la torre dalla Floridiana non dispiace un volume verticale in rapporto con il mare, il litorale e il Castel dell'Ovo. Non dovrebbe avere però le caratteristiche e il disegno di Nalbero. E allora?
In fondo in tutte le città europee svettano campanili, torri di castelli e grattacieli, mentre opere come la Tour Effeil, i ripetitori radio e simili, pur sempre presenti nei centri urbani europei, a noi mancano. Per cui una torre simile, snella e traforata, potrebbe, forse, essere più suggestiva e accettabile nel paesaggio napoletano, particolarmente martoriato alle spalle della Rotonda, sconvolta da ben altre "torri" abitative. In tal modo, lo sguardo di chi si affacci dalla Floridiana, dal Forte S.Elmo e dalle strade collinari sarebbe catturato dal lungomare e dal Castel dell'Ovo, così come dalla vista della torre stessa, che avrebbe il pregio di distrarre l'occhio dalla sottostante marea cementizia abitativa che aggredisce la collina di Posillipo.
Mi rendo conto di esprimere un'utopia, una provocazione; la storia ci ricorda che le proposte "utopiche" per Napoli sono state sempre osteggiate, (da Lamont Young a Guerra) mentre nel quotidiano sono passati e passano, a nostra insaputa, invasioni di costruzioni che veramente mortificano il nostro paesaggio, dal grattacielo in Via Medina alle varie muraglie cinesi che "torreggiano" sulla città.
Tornando alla Rotonda Diaz, essa è ormai destinata alle varie manifestazioni. Un'opportuna scelta che evita così di realizzarle nel cuore del centro storico, crendo solo caos, come Piazza del Plebiscito. Alla luce di tali considerazioni sarebbe il caso di ridisegnare lo spazio della Rotonda Diaz per queste funzioni temporanee e spettacolari, spostando il Generale vittorioso della Grande Guerra in una posizione tale da non essere più oggetto di "invasioni".
Sempre a proposito di invasione dello spazio pubblico, Nalbero rappresenta ormai il top dell'uso disinvolto e disordinato delle strade e dei marciapiedi: dalle bancarelle alle vetrine sporgenti, dai multiformi gazebi ed ombrelloni dei bar ai tabelloni pubblicitari, l'occupazione ha ormai raggiunto, in alcune zone della città, insieme alla sosta delle auto, punti d'invadenza insostenibili per i pedoni. E non solo in termini di occupazione, ma anche in termini di sciatteria formale, che, insieme, non fanno giustizia della qualità delle strade e degli edifici storici del centro.
Se da un lato sia giusto favorire la ristorazione e il commercio per aumentare l'occupazione, è anche giusto che ci sia un "ordine" a questa esigenza, anche perchè il turismo, che finalmente guarda a Napoli, va curato e accolto con eleganza. Non si può essere più "ostaggio dei luoghi comuni" dell'abusata "napoletanità" o simili definizioni folcloristiche che non ci aiutano. Napoli è una grande metropoli, dobbiamo convincerci a difenderla ma anche a innovarla, pur mantenendo il suo straordinario "immaginario".



news

01-04-2021
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 1° aprile 2021

16-02-2021
Audizione del Professor Salvatore Settis presso Assemblea Regionale Siciliana

08-02-2021
Appello di Italia Nostra - sezione di Firenze: Manifesto Boboli-Belvedere, febbraio 2021

31-01-2021
La FCdA contro il nuovo attacco all’archeologia preventiva e l’estensione del silenzio-assenso

18-01-2021
Petizione Petizione "No alla chiusura della Biblioteca Statale di Lucca"

27-12-2020
Da API-Mibact: La tutela nel pantano. Il personale Mibact fra pensionamenti e rompicapo assunzioni

25-12-2020
CORTE CONTI: TUTELA PATRIMONIO BASATA SU LOGICA DELL’EMERGENZA

03-09-2020
Storia dell'arte cancellata, lo strano caso di un dramma inesistente, di Andrea Ragazzini

06-06-2020
Sicilia. Appello di docenti, esperti e storici dell'arte all'Ars: "Ritirate il ddl di riforma dei Beni culturali"

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto all’estero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

Archivio news